Porto e trasporti

57 secondi di lettura

GENOVA - Rfi ha aggiudicato la gara per la seconda fase gli interventi di adeguamento e potenziamento dell'impianto di Vado Ligure Zona Industriale con un binario di 750 metri di lunghezza.

Nello specifico, verranno realizzati l'adeguamento a modulo 750 metri di lunghezza del binario 3 dello scalo, l'elettrificazione di tutti i sei binari della stazione. la sistemazione degli innesti ai binari raccordati. l'attrezzaggio del nuovo piazzale e implementazione dell'impianto di segnalamento e dell'impianto per la gestione delle merci pericolose, il nuovo fabbricato degli impianti di comando e controllo. l'adeguamento del sottovia di via Leopardi, con inserimento di corsie di accumulo e senso unico alternato, la trasformazione dell'esistente sottopasso carrabile di Via Leopardi in ciclopedonale, lavori su Rio Lusso, con demolizione e ricostruzione dell'opera esistente a seguito adeguamento del Prg.

Gli interventi consentiranno di gestire i futuri flussi provenienti dagli sviluppi logistici previsti nel Porto di Vado Ligure con un'infrastruttura adeguata sia in termini di capacità che di prestazioni. L'esecuzione dei lavori è a cura del Raggruppamento Temporaneo di Imprese MI.COS. S.p.A. e G.C.F. Generale Costruzioni Ferroviarie S.p.A. Investimento complessivo di oltre 33 milioni di euro, finanziato anche con fondi Pnrr.