Porto e trasporti

Un contributo fondamentale per la difesa dei nostri mari. Fincantieri ha dato il via ai lavori di costruzione della seconda nave di supporto logistico (LSS, Logistic Support Ship), a cui ne seguirà una terza, destinata alla Marina Militare. L'accordo è stato raggiunto tra il Raggruppamento Temporaneo di Impresa (RTI), guidato da Fincantieri, e OCCAR (Organisation Conjointe de Cooperation sur l’Armement, l’organizzazione internazionale di cooperazione per gli armamenti) e prevede anche il supporto al ciclo vita dell'unità nei primi dieci anni, oltre alla fornitura di componenti e macchinari navali realizzati dalla Direzione Sistemi e Componenti Meccanici di Fincantieri La nave, il cui valore complessivo è di 410 milioni di euro, verrà consegnata nel 2025.

La LSS fornisce supporto logistico e sanitario: al suo interno c'è un ospedale di 800 metri quadrati dotato di molti reparti e due ambulatori di pronto soccorso per ogni tipo di esigenza; può inoltre trasportare e rifornire, sia per quanto riguarda il combustibile che per i viveri, altre unità. L'equipaggio sarà composto da 235 persone, che si distribuiranno nei 193 metri di lunghezza della nave, la cui velocità massima sarà di 20 nodi.

Questo non è l'unico progetto che Fincantieri sta realizzando nell’ambito del programma pluriennale per la tutela della capacità marittima della Difesa, la cosiddetta "Legge navale". In cantiere ci sono anche sette pattugliatori ed un unità da trasporto e sbarco. Inoltre proprio quest'anno è stata consegnata la LSS "Vulcano", il cui progetto è stato acquisito anche dalla Marina nazionale francese.