Politica

Rolando:" Ho apprezzato il lavoro fatto da Felegara per ricompattare il centro sinistra ma le identità vanno preservate"
2 minuti e 0 secondi di lettura

Riunione fiume ieri sera, ne seguirà una seconda nel giro delle prossime ore, tra Fulvio Fellegara ( centro sinistra e Pd) e gli esponenti delle liste che hanno supportato la sua candidatura a sindaco di Sanremo per definire le linea guida in vista del ballottaggio, ovvero, decidere a chi, tra Alessandro  Mager , civico,  e  Gianni Rolando, centro destra, girare  voti.

Fellagara ha poi incontrato i due candidati ma, al momento, non si hanno dettagli sigificativi sull'esito. Gianni Rolando, candidato del centro destra, contattato telefonicamente si è limitato a confermare, quanto già detto, ovvero " No all'apparentamento, si alla condivisione di temi che sia io sia Fellegara abbiamo affrontato in maniera simile in campagna elettorale come ad esempio l'Università e l'acqua pubblica."

Rolando inoltre non nasconde il suo apprezzamento per il lavoro svolto da Fellegara riconoscendogli "il merito di aver ricompattato il centro sinistra ma, a maggior ragione, le identità vanno preservate". Un ragionamento che lascia trasparire da parte di Rolando l'entusiasmo di avere, in caso di vittoria, una partecipazione politica definita, fatta da partiti, nella sala consiliare di palazzo Bellevue, ovvero centro destra e centro sinistra. Inoltre, lo stesso Rolando a pochi minuti dalla conferma del ballottaggio tra lui e Mager, alla domanda Come si comporterà ora con Fellegara ? aveva risposto. " Nulla se non dialoghi costruttivi poiché alla base vi è la coerenza." 

Dal canto suo, Fellegara, conscio del suo 'potere', ricordiamo che la forbice che divide Rolando e Mager è di 10 punti a favore del primo e che Fellegara ha portato al casa il 20% delle preferenze, rimane ancora alla finestra per valutare la proposta più compatibile con il suo programma. 

"Per noi  - precisa - contano i temi e l'attenzione che riceverà il nostro programma, non le posizioni personali. Il nostro obbiettivo è salvaguardare la coesione della colazione e lavorare per il bene della città" Nella riunione di ieri sera, presenti oltre una cinquantina di esponenti, da voci di corridoio emergerebbe comunque la volontà di un apparentamento, conditio sine qua non per girare i voti a chi, tra i due candidati, opterebbe per questa direzione.

Rimane infine il 5% delle preferenze dei candidati Erica Martini ( Indipendenza), Roberto Danieli ( civico) e Roberto Rizzo ( Movimento 5 stelle). Erica Martini, evidentemente di destra, guidata localmente da Alessio Saso, è possibile però si avvicini a Mager forte dell'amicizia che la lega a numerosi sostenitori, Danieli sembrerebbe più propenso invece a Rolando. Infine  Rizzo la cui priorità è invitare la gente ad andare a votare."