Politica



Alla fine di un lungo e travagliato consiglio comunale finito solo a notte fonda a Ventimiglia ieri sono arrivate le dimissioni del vicesindaco Simone Bertolucci: sul piatto ieri sera c'era la decisione di smantellare la Protezione civile del comune del ponente poiché si sono dimessi in massa i suoi volontari. Tali dimissioni erano arrivate dopo che il sindaco Gaetano Scullino (nella foto a sinistra, accanto al vicesindaco Bertolucci) aveva azzerato gli incarichi all'interno della squadra di Protezione civile e aveva rimosso la referente Sabina Camarda.

Per Bertolucci, politico della Lega, "niente di personale nei confronti di nessuno", come dichiara all'Ansa, "non credo che da parte mia si possa andare avanti su questo binario. Troppe volte siamo arrivati a questi punti di personalismi, di scontri, ma soprattutto di fatica lavorativa".

La decisione non è stata comunque inaspettata: già nei giorni scorsi il vice sindaco aveva riconsegnato al sindaco Scullino la delega alla Protezione Civile proprio con la motivazione di non aver potuto esaudire le richieste dei volontari, dalle attrezzature ai materiali mancanti.

Le dimissioni sono irrevocabili e immediate poiché sono state annunciate nel corso del consiglio comunale. 

ARTICOLI CORRELATI

Venerdì 17 Giugno 2022

Giallo a Ventimiglia, trovato un morto in mezzo alla strada

VENTIMIGLIA - Il corpo di un uomo senza vita è stato rinvenuto intorno alle 5 del mattino in largo Torino a Ventimiglia. Si tratta di un cittadino iracheno di 49 anni in regola con le normative sull'immigrazione. A lanciare l'allarme alcuni passanti che hanno notato il corpo coricato dell'uomo accan