CRONACA

Chiusura prolungata per il casello di Genova Est

Verifiche Autostrade-Mit, la Regione: "Inaccettabili limitazioni infinite"

di Andrea Popolano

venerdì 22 maggio 2020
Verifiche Autostrade-Mit, la Regione:

GENOVA - Il casello di Genova Est sarà aperto lunedì 25 maggio. La conferma arriva dal governatore della Liguria Giovanni Toti. "Martedì prossimo ci riuniremo con Autostrade per l'Italia, il ministero dei Trasporti, i prefetti e tutte le autorità perché deve essere chiaro che se parliamo di ripartenza dobbiamo trovare una modalità per far sì che i controlli e gli interventi, che sono assolutamente necessari, siano garantiti con la corretta circolazione". L'assessore alla Protezione civile di Regione Liguria Giacomo Giampedrone fa il quadro della situazione per quanto riguarda la viabilità lungo la rete autostradale della Liguria in vista di una possibile riapertura degli spostamenti tra le regioni previste al momento per il 3 giugno, anche se sulla Lombardia pesa la spada di damocle dell'indice dei contagi.

Nel vertice di martedì ci sarà spazio anche per parlare della situazione della galleria Campursone II in ingresso al casello di Genova Est che dopo i controlli effettuati in modo congiunto da Mit e Autostrade rimarra chiuso fino a lunedì prossimo. Per consentire le verifiche sulle condizioni del tratto si è provveduto a una chiusura programmata dalle ore 22 di giovedì 21 maggio. Poi è emersa la necessità di portare avanti ulteriori controlli nella galleria e quindi la decisione di non riaprire il tratto alle 6 del mattino di oggi venerdì 23 maggio ma di rinviare il tutto a un secondo momento. La galleria Campursone II è quella che si trova subito dopo il casello per chi entra in autostrada da Genova Est.

Nel corso delle prime ore della mattina sempre sul sito di Autostrade per l'Italia si leggeva che la riapertura sarebbe avvenuta per le ore 12 di sabato 23 maggio. Intorno alle 9.20 il messaggio è stato cambiato con una comunicazione più generica che spiega la chiusura del casello di Genova Est sia in entrata che in uscita. La nota arrivata da Autostrade per l'Italia spiega che "viene temporaneamente prolungata la chiusura della stazione di Genova est, in uscita e in entrata, e all'esito delle attività in corso sarà possibile prevedere l'orario di riapertura". Poi in serata la comunicazione del governatore ligure che precisa il giorno della riapertura. Ma lo stesso Toti ha voluto evidenziare la difficile situazione della rete autostradale ligure: "Sono chiuse contemporaneamente 18 gallerie e si viaggia su una corsia sola nella maggior parte della rete autostradale per lavori. La sicurezza deve venire prima di tutto ma siamo molto preoccupati per questa situazione, soprattutto alla vigilia della riapertura dei confini". 

Sulla chiusura del casello e sulle difficoltà che riemergono dopo oltre due mesi di lockdown della rete autostradale ligure Giampedrone ha spiegato: "Evidentemente i controlli eseguiti in concerto tra ministero dei Trasporti e Autostrade per l'Italia ha portato a una situazione negative più grande rispetto a quelle che ci si aspettava. Tra viadotti, gallerie e barriere fonoassorbenti ci sono limitazioni infinite per i nostri cittadini e per i turisti quando potranno tornare in Liguria, è una situazione che non è accettabile". 

La lista dei cantieri lungo la rete autostradale della Liguria è lunga e coinvolge praticamente tutte le autostrade. E allora la domanda che molti si fanno è perché il ministero non ha accelerato su questi controlli e sui cantieri durante l'obbligata chiusure delle attività e con le limitazioni agli spostamenti per evitare il diffondersi ulteriore del contagio per Covid?. "Come Regione Liguria - spiega ancora Giampedrone - abbiamo preteso che i cantieri rimanessero aperti durante la fase di lockdown e permettere quindi di affrontare in quei sessanta giorni temi che oggi tornano alla luce. Chiediamo che questi lavori trovino compatibilità con una rete infrastrutturale carente storicamente come quella della Liguria, ma nello stesso tempo dobbiamo garantire l'ingresso e l'uscita dalla Liguria per il 3 giugno. Oggi siamo in una situazione di grande criticità" conclude l'assessore regionale alla Protezione civile.

Sono numerose le ispezioni che riguardano le condizioni della rete autostradale della Liguria in programma (LEGGI QUI) portate avanti dall'ispettore incaricato dal ministero dei Trasporti Placido Migliorino. Tra i cantieri in atto che creano maggiori problematiche a chi deve muoversi c'è anche quello della A26 con la galleria Bertè chiusa dallo scorso 30 dicembre quando una parte della volta della galleria crollò lungo l'asfalto senza fortunatamente colpire nessuno mezzo in transito. Per consdentire i lavori e le verifiche lungo il tratto sono state imposte delle limitazioni. Il prossimo 15 giugno la galleria in direzione Sud dovrebbe essere riaperta ma a quel punto verrà chiuso il lato opposto, con dunque uteriori problematiche per i residenti delle valli della zona. Durante altre verifiche portate avanti dall'ispettore Migliorino è emerso anche che sempre in A26 necessitano di interventi anche le gallerie Massimo Risso e Lagoscuro (LEGGI QUI).


Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place