CRONACA

Il ragazzo ha tentato la fuga lanciano sassi e tronchi contro i Carabinieri

Spaccio nei boschi di Beverino, minorenne recidivo arrestato

marted́ 28 aprile 2020
Spaccio nei boschi di Beverino, minorenne recidivo arrestato

BEVERINO - I Carabinieri di Riccò del Golfo da tempo si dedicano all’osservazione ed alla “bonifica” delle zone boschive nel comune di Beverino, segnalate da vari residenti come aree di movimenti sospetti di persone. Nel mese di febbraio, nella frazione di Castiglione Vara del Comune di Beverino, durante un servizio di osservazione, i militari hanno notato un giovane e, avvicinandosi nascosti nella boscaglia, sono riusciti con un’azione rapida a bloccare il ragazzo, dopo un breve inseguimento. Con grande sorpresa per i militari, il fermato è stato identificato in un 16enne nordafricano. in quella occasione il giovane è stato deferito in stato di libertà per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in quanto aveva addosso 270,00€ in contanti e nella zona boschiva dove sostava sono stati trovati involucri in cellophane contenenti residui di droga.

Nei mesi successivi, anche a causa dell’emergenza legata alla diffusione del covid-19, i movimenti sospetti nella zona hanno subìto un netto calo. Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri di Riccò del Golfo, avendo percepito nuovamente l’aumento di traffico nella zona, nascosti nella boscaglia, sono riusciti ad avvicinarsi ad un giovane che sostava nel bosco.

Un’altra azione coordinata e repentina dei militari ha permesso di fermare lo stesso minorenne fermato nel mese di febbraio. Anche in questa occasione il ragazzo ha tentato la fuga tra la fitta vegetazione, lanciando addosso ai militari tronchi e sassi per garantirsi l’impunità. Fermato, è stato trovato in possesso di 9 involucri in cellophane, termosaldati, risultati contenere 6 grammi di cocaina e 280,00 euro in contanti. questa volta, ricorrendone i presupposti, i Carabinieri hanno arrestato il minorenne nordafricano che, dopo gli accertamenti, è stato accompagnato in un centro di prima accoglienza di Genova a disposizione dell’autorità giudiziaria minorile. Dovrà rispondere dei reati di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e di resistenza a pubblico ufficiale.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place