SPORT

I blucerchiati (in maglia rossa) pagano carissime alcune sbavature difensive

Sampdoria sconfitta 3-2 dalla Juventus, non basta il forcing finale

di steris

domenica 26 settembre 2021
Sampdoria sconfitta 3-2 dalla Juventus, non basta il forcing finale

GENOVA -   La Sampdoria di Roberto D'Aversa gioca con onore, ma perde 3-2 in casa della Juventus e non riesce a riscattare il ko subito giovedì contro il Napoli al Ferraris.

Gli schieramenti - D'Aversa rinuncia a Damsgaard dal primo minuto, al suo posto Depaoli. Confermato il resto della formazione con Audero tra i pali, Bereszynski, Yoshida, Colley e Murru in difesa. A centrocampo oltre a Depaoli spazio a Candreva, Thorsby ed Ekdal. In avanti la coppia Caputo- Quagliarella. Tanti invece i cambi in casa Juve con Perin in porta; Cuadrado, de Ligt, Bonucci e Alex Sandro a comporre la linea difensiva; Bernardeschi, Bentancur, Locatelli e Chiesa in mediana e Dybala e Morata in avanti.

Primo tempo - Al 3' la Juve chiede subito un rigore per una caduta in area di Chiesa, l'arbitro fa proseguire senza troppi dubbi. Al 10' però i padroni di casa si portano in vantaggio: Cross di Alex Sandro, ci provano Chiesa e Locatelli, poi la palla arriva a Dybala che con una conclusione forte, rasoterra e precisa non lascia scampo ad Audero. Subito match in salita per i blucerchiati e i bianconeri poco dopo avrebbero anche l'occasione del raddoppio con un contropiede portato avanti da Dybala e Chiesa. Poco dopo è Audero a salvare su Morata. Al 20' si vede anche la Samp con un tiro di Caputo alto sopra la traversa. Problema per l'autore del gol Dybala costretto al cambio al 22', al suo posto Allegri manda in campo Kulusevski. Il neo entrato si mette subito in mostra con un tiro alto prima e un colpo di testa fuori misura poi. Thorby finisce nella lista dei cattivi. Al 41' Murru tocca di mano in area, giallo anche per lui e calcio di rigore. Ayroldi va al var per la certezza, tutto confermato e Bonucci dagli unidici metri non sbaglia: è 2-0 Juve. Un minuto e la Samp riapre il match, cross di Candreva e il giapponese svetta bene in area e batte Perin. L'arbitro dopo controllo al var convalida. Il primo tempo finisce qui.

Secondo tempo - Stessi ventidue in campo nella ripresa. Betancur entra male su Colley e si guadagna il cartellino giallo. Dopo lunghi minuti in cui la Juve ha controllato e la Samp provato a imbastire azioni offensive arriva il tris dei padroni di casa con Locatelli che supera Audero al termine di una lunga azione offensiva. D'Aversa cambia: dentro Adrien Silva, Damsgaard e Augello al posto di Ekdal, Depaoli e Murru.

Al minuto 84' Candreva, servito da Silva che profitta di un pasticcio difensivo bianconero, segna il gol che riaccende le speranze doriane. Ma la Juve regge anche con mestiere ed esperienza e chiude con una vittoria preziosa.

JUVENTUS-SAMPDORIA 3-2

RETI: 10' Dybala, 43' Bonucci rig, 44' Yoshida, 57' Locatelli, 84' Candreva

JUVENTUS (4-4-2): Perin; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bernardeschi (69' Ramsey), Bentancur, Locatelli, Chiesa (69' Chiellini); Dybala (22' Kulusevski), Morata. All. Allegri.

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Murru (59' Augello); Candreva, Thorsby (86' Askildsen), Ekdal (59'Silva), Depaoli (59'Damsgaard); Caputo (71' Torregrossa), Quagliarella. All. D'Aversa.

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta.

NOTE: ammoniti Thorsby, Murru, Ekdal, Betancur, Cuadrado, Bonucci, Kean.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place