CRONACA

Continuano gli appuntamenti virtuali per ragazzi delle scuole medie e le loro famiglie

Orientamenti Junior, più di 22 mila presenze per gli open day a Genova e Spezia

di Silvia Isola

lunedì 14 dicembre 2020



GENOVA - Sono già più di 22 mila le presenze ad Orientamenti Junior, il salone dedicato in particolare agli studenti delle medie e alle loro famiglie per decidere quale percorso intraprendere, dal liceo all’istituto tecnico o alla formazione professionale. Grande successo a Spezia e a Genova per gli open day virtuali in cui docenti e ragazzi sono entrati in contatto: nei prossimi giorni sarà la volta del ponente con appuntamento a Savona e Imperia, rispettivamente 15 e 17 dicembre. E con i figli, hanno partecipato anche tanti genitori.

"Più di 3 mila si sono collegati alle nostre attività online e questo è un altro segnale importante", commenta l’assessore alla formazione di Regione Liguria Ilaria Cavo, che proprio oggi è intervenuta durante l'ultima giornata a Genova per portare un saluto agli studenti collegati degli istituti comprensivi genovesi San Francesco da Paola e Maddalena Bertani. "C'è interesse da parte delle famiglie, in un momento in cui il disorientamento è forte anche a causa dell’emergenza sanitaria, a sostenere i figli e a decidere insieme quale sia lo sbocco più congeniale ad ognuno". Orientamenti ha saputo cambiare e la modalità digitale si è comunque confermata un punto di riferimento importante, oltre ad aver dato la possibilità a tutti gli istituti di partecipare a questa vetrina.

Le iscrizioni alle scuole superiori sono aperte fino al 25 gennaio 2021: anche per questo la piattaforma Saloneorientamenti.it e i relativi materiali saranno disponibili e fruibili per tutto l’anno scolastico, in modo tale da orientare i giovani alla scelta più importante, quella di 'cosa fare da grandi'. Una scelta che deve rispecchiare le proprie attitudini, ma al tempo stesso essere consapevole delle richieste nel mercato del lavoro.

"Sono 6 mila in Liguria le previsioni di assunzioni che le aziende hanno di qui ai prossimi sei mesi e sono tutte nel campo delle professionalità tecniche", sottolinea l’assessore, citando l’indagine di Unioncamere. "L’anno scorso il tema del Salone era il Saper Cambiare e anche quest’anno i dati ci confermano che c’è richiesta per impiegati nelle professioni commerciali e servizi, conduttori di macchina e di impianti, fino ai dirigenti ma sempre con elevata specializzazione professionale. Spesso le aziende non trovano liguri da assumere perché i ragazzi hanno scelto altri settori".



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place