POLITICA

Con Carfagna, Gelmini, Bernini e Tajani al 'tavolo delle nuove regole'

Ore decisive per il futuro di Forza Italia, Toti: "Primarie aperte ed entro novembre"

mercoledì 10 luglio 2019
Ore decisive per il futuro di Forza Italia, Toti:

GENOVA - Primarie aperte entro novembre, con candidature a settembre e conseguente azzeramento degli organismi di partito, creazione delle commissioni di garanzia e avvio della campagna elettorale. E presidenza a vita per Silvio Berlusconi, a cui viene riservato un ruolo di garanzia politica e indirizzo. Secondo quando si apprende, è questo il cuore del documento che il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, presenterà alla riunione del board nazionale di Forza Italia, convocata a San Lorenzo in Lucina a Roma. Con il governatore, a discutere delle regole per il rinnovamento del partito ci saranno Mara Carfagna, Maria Stella Gelmini, Anna Maria Bernini e Antonio Tajani.

Al tavolo Toti sosterrà che si è perso troppo tempo, dunque il timing deve essere serrato. Le proposte per quella che lui stesso ha definito "rivoluzione d'ottobre del partito" sono state limate in questi giorni da Toti con i principali sostenitori della sua linea, molti dei quali non hanno esitato a sostenerlo sabato scorso al teatro Brancaccio. Sul modello di quanto già sperimentato dal Partito Democratico, nell'idea del coordinatore nazionale 'azzurro', alle primarie dovrebbero poter partecipare sia gli iscritti a Forza Italia sia coloro che sottoscriveranno un impegno di voto futuro. Analoga apertura anche per le candidature a tutti i ruoli dirigenziali.

A eccezione di Berlusconi, chiunque oggi ricopra un incarico di partito dovrebbe dimettersi. Lo stesso Toti è pronto a dimettersi dal nuovo ruolo di coordinatore nazionale nel momento in cui ufficializzerà la propria candidatura a segretario nazionale del partito, forte dei sondaggi che lo darebbero oltre il 40% delle preferenze. Tutte le poltrone, locali e nazionali, dovrebbero essere riassegnate con voti, senza deleghe, in congressi da svolgere in contemporanea per tutti i livelli, comunali, provinciali, regionali e nazionale, eventualmente fissando date separate per gruppi di Regioni, come succede nelle primarie statunitensi. Nel Toti-pensiero, potranno proporsi sia dirigenti interni di Forza Italia che esponenti della società civile che condividano le linee guida della carta dei valori.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place