CRONACA

Diverse chiamate per i vigili del fuoco intervenuti per la messa in sicurezza

Notte di maltempo a Genova, alberi crollati e vetri rotti a Sturla

venerd́ 25 settembre 2020
Notte di maltempo a Genova, alberi crollati e vetri rotti a Sturla

GENOVA - Il maltempo nella notte si è abbatutto soprattutto in Val Bisagno e nella zona di Genova Sturla. Qui una tromba d'aria ha causatoinumerosi danni così come riferito dai vigili del fuoco. Alberi e grondaie crollate, vetri rotti, motorini a terra, cartelli stradali e di attività commerciali divelti dalla forza del vento e numerose chiamate di intervento.

I pompieri sono rimasti impegnati dall'una circa fino alle ore 6 del mattino. Diversi interventi di messa in sicurezza. Fortunatamente non risultano persone rimaste ferite. Anche i dati forniti di Arpal hanno registrata l'intensa pioggia caduta nella notte. Intorno all'una sono caduti 50.4 mm a Viganego, 45.2 a Bargagli e 44.2 a Sella Giassina, nel comune di Neirone. Alberi crollati anche nella zona di Borzonasca.

Terminata l'allerta gialla nel centro della regione e quella arancione nel Levante alle ore 6, dove resta in vigore fino alle ore 8 l'allerta gialla. Nella notte precipitazioni hanno interessato in particolare l’entroterra del Levante regionale con cumulate orarie massime di 62.4 millimetri a Sella Giassina (Nierone, Genova) con 40 millimetri in 30 minuti, 23.8 in 15, 8.2 in 5 minuti, 53.4 Loco Carchelli (Rovegno, Genova), 50.4 a Viganego (Bargagli). Da segnalare anche che ad Amborzasco (Santo Stefano d’Aveto, Genova) sono caduti 26.8 millimetri in 15 minuti e 12.6 in 5 minuti. La cella temporalesca che ha interessato queste zone è andata progressivamente esaurendosi ; per via delle precipitazioni osservate, il Bisagno e il Trebbia hanno reagito con la formazioni di portate di "morbida", ampiamente contenute in alveo. Situazione analoga anche sull’Aveto a seguito delle località precipitazioni nella zona di Amborzasco con il transito di una “morbida” ampiamente contenuta in alveo.

LE PREVISIONI METEO ARPAL:

VENERDI’ 25 SETTEMBRE: il transito del fronte durante la notte favorisce, ancora, possibili temporali forti o organizzati sul Levante, bassa probabilità di fenomeni forti altrove. Tendenza ad attenuazione dei fenomeni nel corso della notte a partire da Ponente. Possibile nuova fase temporalesca nelle ore pomeridiane. Venti da SW fino a burrasca forte lungo i capi esposti di Ponente, anche rafficati (80-90 km/h). fino a burrasca su Levante (60-80 km/h), forti altrove. Mare in aumento, possibili mareggiate sul centro-Ponente, fino ad intense al pomeriggio sul Levante (periodo 8-10 sec. da SW).

SABATO 26 SETTEMBRE: venti forti settentrionali con raffiche irregolari (50-60 km/h) soprattutto sui rilievi dell'entroterra, lungo le aree costiere del centro-Levante e parte orientale del Ponente. Mare, al mattino, ancora agitato sul Levante con possibili mareggiate (periodo 9-10 sec. da SW), in calo a molto mosso. Localmente agitato sul centro-Ponente, anche su queste zone in calo a partire dai settori centrali.

 

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place