CRONACA

La procura di Genova ha aperto un fascicolo per incendio doloso per il rogo

Genova, in fiamme l'auto del console onorario della Turchia

venerd́ 29 novembre 2019
Genova, in fiamme l'auto del console onorario della Turchia

GENOVA -  Un'auto in uso al console onorario della Turchia a Genova è andata in fiamme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. L'auto andata distrutta dall'incendio è in un posteggio sulla strada, a Spianata Castelletto, espressamente riservato al corpo consolare della Turchia.

La procura di Genova ha aperto un fascicolo per incendio doloso per il rogo che ha parzialmente distrutto l'auto in uso al console onorario della Turchia. "Ci sono indagini in corso", ha confermato il procuratore capo Francesco Cozzi. Il fascicolo potrebbe passare in queste ore alla Direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo nel momento in cui arriverà l'informativa al magistrato.

Nella notte tra il 9 e il 10 ottobre, all'indomani dell'inizio dell'attacco della Turchia ai curdi nel nord-est della Siria, a Genova era stato imbrattato con vernice rossa il portone del consolato turco, nella centralissima piazza De Ferrari. Il 7 novembre è emerso che tre donne di età compresa tra 25 e 35 anni sono state denunciate dalla Digos per il gesto, per il reato di danneggiamento, che è aggravato dal fatto che l'edificio 'colpito' è un palazzo storico appartenente al circuito dei Rolli, patrimonio dell'Umanità che avrebbe subito un danno per diverse migliaia di euro. Le tre ragazze, appartenenti all'area antagonista, erano state identificate grazie alle numerose telecamere della zona.

Saranno analizzati dai Ris di Parma i reperti trovati vicino all'auto, con un'azione rivendicata dagli anarchici. Il fascicolo è per incendio aggravato dalla finalità di terrorismo ed eversione ed è in mano al pubblico ministero Federico Manotti della Dda. Le indagini sono state affidate ai Ros. Ieri gli investigatori hanno trovato resti di diavolina usata per accendere il liquido infiammabile rovesciato sulla ruota anteriore. Gli inquirenti hanno sequestrato le immagini degli uffici postali che si trovano proprio dietro il luogo dove è stata bruciata l'auto.

(Foto d'archivio)

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place