PORTI E LOGISTICA

La donazione comprende generi di prima necessità

Coronavirus, beni alimentari in eccedenza dalla Costa Pacifica donati alla Caritas spezzina

venerdì 03 aprile 2020
Coronavirus, beni alimentari in eccedenza dalla Costa Pacifica donati alla Caritas spezzina

LA SPEZIA - Costa Crociere annuncia il suo sostegno a Caritas diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato nella sua opera di assistenza alle persone più bisognose. La compagnia italiana donerà 10 tonnellate di beni alimentari in eccedenza provenienti da Costa Pacifica, nave attualmente ormeggiata al Molo Garibaldi del porto della Spezia con soli membri d’equipaggio a bordo. La donazione comprende generi di prima necessità come pasta, riso, zucchero, olio, pomodori pelati, affettati, miele, marmellate, zucchero e altri prodotti che verranno utilizzati dalla Caritas per preparare i pasti agli ospiti della tensostruttura approntata al Campo Montagna e per dare un sostegno alle persone in maggiore difficoltà del territorio.

L’iniziativa ha visto la collaborazione e il contributo decisivo anche di Capitaneria di Porto, Sanità Marittima, Agenzia delle Dogane e della comunità marittima spezzina. La struttura al Campo Montagna offre ospitalità a 80 senza tetto e fornisce loro pasti caldi a colazione, pranzo e cena, grazie anche al contributo dei volontari. “L’emergenza sanitaria in corso ha colpito tutti, ma i suoi effetti sono ancora più amplificati e duri per tutte quelle persone che purtroppo vivono in una situazione di bisogno. Le nostre navi sono un veicolo di occupazione per il territorio, ma possono essere anche di aiuto ai più deboli. Grazie alla presenza di Costa Pacifica abbiamo deciso quindi di sostenere la Caritas diocesana di La Spezia-Sarzana-Brugnato, che non ha mai smesso di offrire assistenza e conforto sul territorio, nonostante le difficoltà di questo periodo”, ha dichiarato Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place