CRONACA

"Tempo di percorrenza elevato per i pochi km effettuati", questo il messaggio alla cassa automatica

Beffa di Autostrade: "In coda per la neve, al casello 'l'accusa' di averci messo troppo tempo"

di Silvia Isola

venerd́ 04 dicembre 2020
Beffa di Autostrade:

GENOVA -  Ha dell’incredibile la storia arrivata via Whatsapp a Primocanale: non solo pagare il pedaggio restando bloccato in autostrada per ore a causa delle tratte ghiacciate e innevate, ma addirittura la beffa di “averci impiegato troppo tempo a percorrerla”. È quello che è successo ad una genovese, secondo quanto raccontato da un messaggio arrivato al 347 676 6291.

“Mia moglie stamattina è entrata in autostrada al casello Genova Ovest per andare a Imperia. A causa del blocco autostrade per nevicata, è dovuta uscire a Pegli per tornare indietro a casa: ma una volta arrivata alla cassa automatica del pedaggio non ha potuto varcare la sbarra, bloccata col messaggio: Tempo di percorrenza elevato per i pochi km effettuati”.

Non soltanto pagare il pedaggio dopo quattro ore di coda, causate dall’incapacità di Autostrade di prevenire questa situazione, ma anche aspettare il casellante per farsi aprire dalla ‘trappola’ della A10. “Partita alle 11:30 ed uscita a Pegli dalla disperazione alle 16. Poi altri 15 minuti davanti alla sbarra aspettando l’operatore che per non bagnarsi le ha aperto da remoto”.




I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place