CRONACA

Cantieri, scambi di carreggiate e restringimenti lungo le tratte liguri

Autostrade, le vostre testimonianze: "Situazione al limite della vergogna"

giovedì 02 gennaio 2020
Autostrade, le vostre testimonianze:

CELLE LIGURE - Un incubo, o poco ci manca. Viaggiare sulle autostrade della Liguria è sempre più difficile, e pericoloso. Tanti i nostri utenti che seguendo l'appello fatto da Primocanale ci stanno inviando i disagi vissuti lungo le tratte a pedaggio della regione. Cantieri infiniti uno dopo l'altro che trasformano le autostrade ligure in una gincana a pagamento. Dalla A10, alla A12, passando per A6, A7 e A26, la lista di disagi, code e rallentamenti è lunga.

Tra i nostri utenti c'è anche chi sottolinea la pericolosità di alcuni scambi di carreggiata, come quello della A10 tra Celle Ligure e Arenzano. Il racconto da chi si muove dal savonese verso Genova rappresenta una condizione a cui tutti sono obbligati a sottostare. "La situazione è al limite della vergogna, dovevo andare fino a Verona (Partendo dal savonese ndr), ho fatto dieci chilometri tra Celle ligure e Arenzano con lo scambio di carreggiata dove chi va verso Genova sta sulla corsia di destra, chi va verso la Francia ha invece a disposizione due corsie, il problema è che non ci sono limiti di velocità segnalati per questi ultimi" spiega Manuel. E così anche se la situazione è anomala lungo il cantiere e con lo scambio di carreggiata, il nostro utente ci racconta che non sono segnalati limiti diversi da quelli standard del tratto. "Se uno ha un attimo uno sbandamento, o un attimo di disattenzione rischi davvero di trovarteli nella faccia" ci racconta nella sua testimonianza.

Manuel prosegue il suo viaggio e arriva all'altezza dell'allacciamento per svoltare verso la A26 in direzione Nord. E qui ancora disagi e problemi. Il crollo di parte della volta della galleria Bertè tra Masone e Genova Voltri è di appena pochi giorni fa. Anche lì è imposto uno scambio di carreggiata, fino a quando con esattezza non si sa. Ma intanto per tutti i disagi sono ben evidenti, così come ci ha testimoniato: "Una coda infinita tra Ovada e Masone per chi scende a Genova". E il danno per le aziende è chiaro, con tempi di percorrenza decisamente allungati, attese e perdite di tempo. "E siamo solo al 2 di gennaio" conclude amaramente il nostro utente.

Raccontateci i disagi e i problemi riscontrati lungo le autostrade della Liguria all'indirizzo mail: redazione@primocanale.it

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place