Cronaca

Un devastante incendio di vaste proporzioni ha divorato una collina in Valle Argentina, nella zona di Taggia, nell'Imperiese.

Le fiamme sarebbero partite da un falò in una campagna per poi propagarsi, a causa del vento e soprattutto dell'aridità del terreno, su un intero versante collinare della valle Argentina. Il fuoco ha devastato gran parte della vegetazione e la cenere, trasportata dal vento, arriva anche a una decina di chilometri di distanza. I sindaci, Mario Conio di Taggia e Matteo Orengo di Badalucco, si sono messi subito in costante contatto con le forze antincendio.

Sul posto sono arrivati due Canadair, cui più tardi se ne è aggiunto un terzo arrivato da Roma, e l'elicottero dell'antincendio boschivo in ausilio alle squadre di Vigili del fuoco e di volontari di protezione civile. Sul posto sono intervenuti 35 vigili del fuoco del comando di Imperia, che hanno allertato anche i colleghi di tutta la Liguria e del vicino Piemonte, e 38 volontari.

Prioritario, oltre che spegnere le fiamme, scongiurare l'eventualità dell'arrivo del fuoco a contatto con le abitazioni. Tre persone, precauzionalmente evacuate dalle loro case, sono rientrate attorno alle 18. Altre sette persone sono state aiutate a lasciare il bosco.

Il fumo è arrivato anche sull'A10, tra i caselli di Imperia Ovest e Taggia. Chiusa proprio per il fumo la strada collinare della valle.

Sull'origine del rogo indagano i carabinieri forestali, che stanno cercando eventuali responsabili.