Sport

GENOVA - A quattro minuti dalla fine il Genoa era praticamente spacciato. La Juve stava vincendo con Dybala, ma in nove minuti è successo di tutto con il pareggio di Gudmunsson e poi per fallo su Yeboah ecco il rigore decisivo al 95'. Criscito sul dischetto, mezzo stadio non guarda, come Sirigu accasciato vicino al palo con la faccia stravolta, lui che con due miracoli aveva evitato il raddoppio bianconeri. Intanto Criscito e' pronto, non pensa al derby, stesso momento, stessa posizione, ma stavolta cambia angolo e Marassi esplode e tutti vorrebbero inseguire Criscito che corre sul prato urlando chissà cosa. Un delirio.

Il Genoa non muore mai. Sia chiaro la salvezza resta difficilissima, ma è già partita l'operazione San Gennaro, in attesa di Salernitana-Cagliari di domenica. Blessin si gode la rivincita dopo la sconfitta con la Sampdoria ed elogia tutti: "Il gol che abbiamo preso era evitabile, questo ci ha fatto male. Ma abbiamo lottato, combattuto. Anche dopo l’1-0 ci ho creduto, avevamo detto alla suquadra che la Juve era vulnerabile. Abbiamo cercato di lottare fino alla fine e siamo stati premiati. Quando credo alla salvezza da uno a Dieci? Dieci! A Napoli si può fare risultato, nelle ultime due avremo bisogno di energia”.

Contro la Juve si è visto un Amiri finalmente concreti, a parte l'errore da due ossi che poteva togliere quei cinque minuti finali da infarto. Ma a parte Destro, inconcludente, tutti hanno dato il massimo. Ora si vive alla giornata, c'è ancora speranza. Costa poco crederci.

ARTICOLI CORRELATI

Venerdì 06 Maggio 2022

Criscito euforico: "Amo il Genoa, è la mia vita"

"Il calcio dà e toglie, stasera mi ha dato tanto, un'emozione incredibile dopo la delusione della settimana scorsa. Questa vittoria vuol dire che noi ci siamo". Così Mimmo Criscito, autore dal dischetto del gol vittoria sulla Juventus. "Blessin aveva detto che ci vogliono gli attributi? Sì, ci vogl
Venerdì 06 Maggio 2022

Cuore Genoa, la Juve s'illude con Dybala poi Gudmunsson e Criscito: 2-1

Il Genoa ribalta la Juve e vince 2-1 un match al cardiopalma. Decide Criscito su rigore e la Nord esplode. Il capitano non sbaglia come nel derby ed esalta un Genoa guerriero. La B è sempre un incubo ma resta ancora un briciolo di speranza. Primo tempo piacevole col Genoa che prova per via centrali