Sport

Il tecnico: Ho rosicato per quanto è accaduto. Ora dobbiamo convogliare questa rabbia con una prestazione importante
1 minuto e 17 secondi di lettura

GENOVA - Alberto Gilardino apre con un pensiero per la festa della donna: “Doveroso ricordare questa giornata. Faccio gli auguri alle nostre tifose che spero ci aiutino tanto col Monza insieme a tutti i sostenitori perché affrontiamo una formazione organizzata che ha qualità, che ha talento. Ha giocatori di gamba e non solo basti pensare a Pessina, Colpani, Mota, Gagliardini e altri. Loro stanno continuando un gran percorso iniziato la scorsa stagione. Palladino prepara bene le gare e quindi sarà una sfida tosta. Vogliamo fare una partita da Genoa, perché dobbiamo fare ancora uno step, vogliamo prenderci i punti di cui abbiamo ancora bisogno”.

Gilardino torna per un attimo al match perso con l’Inter con tante polemiche arbitrali: “Siamo ancora incazzati, c’è amarezza. Ho rosicato per quanto è accaduto. Ora dobbiamo convogliare questa rabbia con una prestazione importante”. Sulla formazione Gila e’ cauto anche se Vogliacco giocherà titolare al posto di Vasquez. Gudmundsson apparso un pochino stanco giocherà titolare: “Normale che possa tirare un po’ il fiato, ma da lui - sottolinea il mister - ci aspettiamo molto perché ha tanta qualità. Lui non si deve solo focalizzare sulla ricerca del gol. E noi dobbiamo metterlo in condizione di essere nelle condizioni per far male all’avversario. Messias? Giocatore importante. Dove preferisce giocare? Bisogna chiederlo a lui però si sta mettendo a disposizione della squadra”.

Tra l’altro Martin è da valutare e Messias potrebbe proprio giocare su quella fascia. Infine una valutazione su Vitinha: “Sta crescendo - dice Gila - potrebbe essere determinante anche a partita in corso”.

TAGS