Sport

L’amichevole con la Sanremese una notizia l’ha portata: il Genoa tra gli otto gol realizzati, uno lo ha fatto con Bani sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Per i rossoblu è un evento straordinario. Si perché dall’inizio della stagione la squadra di Blessin non ha sfruttato nemmeno uno degli oltre settanta corner che si è conquistato. Per la verità contro il Como nel corso del primo tempo aveva colpito di testa Portanova a due metri dalla linea ma il portiere ave a respinto la palla. Quella della maledizione sui calci piazzati (esclusi i rigori) è un tabù che caratterizza il campionato del Grifone. Blessin la scorsa settimana in conferenza aveva detto: “Ci pesa, lo sappiamo ma  ci lavoriamo con impegno”. È il discorso riguarda le punizioni vicino all’area avversaria che non sono mai state conquistate e così si dice che Aramu sia bravo a calciare, ma non si è visto. L’altro dossier riguarda la tattica. Nella partitella di ieri contro una formazione di serie D, il tecnico ha provato un po’ il 4-4-2, Coda-Yalcin di punta, con il turco che ha segnato tre gol, ma ha poi insistito sempre sul 4-2-3-1. A Perugia alla ripresa del campionato Blessin scegliera’ le opzioni sul tavolo.