SPORT

Gli aquilotti passano in rimonta all'Arechi con un gol di N'Zola allo scadere

Spezia, vittoria 2-1 a Salerno e il terzo posto vuol dire playoff con formula facilitata

di Stefano Rissetto

venerd́ 31 luglio 2020
Spezia, vittoria 2-1 a Salerno e il terzo posto vuol dire playoff con formula facilitata

LA SPEZIA -  Lo Spezia passa a Salerno e chiude il campionato al terzo posto. Ora alla squadra di Italiano bastano quattro pareggi per arrivare in Serie A. Fino a una decina di anni fa il terzo posto sarebbe bastato per la promozione, che invece gli aquilotti dovranno giocarsi ai playoff con altre cinque squadre.

Dopo una serata passata in campo e alla radiolina, la squadra di Italiano rimonta lo svantaggio e, in superiorità numerica, piazza il sorpasso nel finale.

PLAYOFF - Lo Spezia affronterà in semifinale la vincente di Chievo-Empoli, che si gioca il 4 agosto alle 21 a Verona: andata in trasferta sabato 8 agosto alle 21, ritorno martedì 11 agosto alle 21 al Picco. L'eventuale finale andata e ritorno si giocherà il 16 e 20 agosto, la prima in trasferta e la seconda in casa. Lo Spezia troverebbe la vincente tra il Pordenone, anch'esso ammesso direttamente alla semifinale in doppio confronto, e la qualificata nella sfida in gara secca Cittadella-Frosinone.

BRIVIDI - Lo Spezia scende all'Arechi in formazione largamente rimaneggiata, tra diffide e infortuni, per una partita giocata più sulle radioline che in campo. Al 5' gli aquilotti sfiorano il vantaggio con Maggiore, il cui tiro viene respinto da Vannucchi. Ma la pessima notizia arriva da Cremona al 15': il vantaggio del Pordenone allo “Zini” fa scivolare lo Spezia al quarto posto. I grigiorossi pareggiano pochi secondi dopo e la squadra ligure torna a capeggiare la griglia dei playoff.

BOTTA E RISPOSTA - Alla mezz'ora la Salernitana passa con Gondo, che entra in area, resiste alla carica di Bastoni e supera Krapikas di destro: i granata con questo gol, alla luce degli altri risultati, entrano nei playoff. Nel recupero di fine frazione lo Spezia pareggia: Matteo Ricci raccoglie un corto rinvio di Migliorini e serve Mora, che supera Vannucchi anche grazie a una deviazione di Cicerelli.

PAUSA – All'intervallo, anche alla luce degli altri risultati, lo Spezia conserva il terzo posto mentre la Salernitana esce dalla griglia playoff. Ma al rientro il campo arriva da Cremona la notizia del nuovo vantaggio del Pordenone, che si riporta al terzo posto a scapito proprio dello Spezia.

RIPRESA – Si ricomincia con lo Spezia in avanti: al 50' un colpo di testa di Mora finisce alto. Gli aquilotti fanno gioco ma non riescono a trovare il gol del vantaggio, buon per loro che da Cremona al 58' arriva la notizia del pari grigiorosso. Escono Matteo Ricci e Di Gaudio per Federico Ricci e N'Zola.

SUPERIORITA' – Al 62' la Salernitana resta in dieci, per l'espulsione di Maistro. Lo Spezia prova ad accelerare: al 65' Mora sfiora il palo, al 67' Acampora manda il pallone di poco alto. La Salernitana cambia tre giocatori, il finale è incandescente. Arriva proprio allo scadere il gol di N'Zola che blinda il terzo posto: l'attaccante francese segue un contropiede di Gudjohnsen e piazza il pallone nella porta vuota. Nel recupero entra anche il giovane portiere Desjardins.

SALERNITANA-SPEZIA 1-2

RETI: 30' Gondo, 46' Mora, 90' N'Zola.

SALERNITANA ((4-3-1-2): Vannucchi, Cicerelli, Migliorini, Jaroszynski (78' Aya), Lopez (68' Curcio); Akpa Akpro (68' Dcziczek), Di Tacchio, Kiyine (68' Karo); Maistro; Gondo, Djuric (83' Giannetti) (a disposizione: Micai, Curcio, Cerci, Capezzi, Jallow, Heurtaux). All. Ventura.

SPEZIA (4-3-3): Krapikas (93' Desjardins), Vignali, Bastoni, Terzi, Ramos; Maggiore, M. Ricci (63' N'Zola) Mora (78' Erlic); Acampora (93' Bartolomei), Gudjohnsen, Di Gaudio (63' F. Ricci) (a disposizione: Scuffet, Gyasi, Ferrer). All. Italiano.

ARBITRO: Valerio Marini di Roma.

NOTE: espulso al 62' Maistro per somma di ammonizioni; ammoniti Di Tacchio, Maggiore, Migliorini, Desjardins.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place