CRONACA

Oltre un mese di lavori al casello

Incubo cantieri, sulla A10 arriva il contentino con lo 'sconto' sul pedaggio a Pietra Ligure

di a.p.

venerd́ 23 aprile 2021
Incubo cantieri, sulla A10 arriva il contentino con lo 'sconto' sul pedaggio a Pietra Ligure

PIETRA LIGURE - Da una parte il ritorno della zona gialla, dall'altra una serie infinita di cantieri che non lascia scampo a nessuna delle principali autostrade della Liguria. All'orizzonte l'incubo di una nuova estate di passione lungo le riviere della Liguria.

Dopo mesi da incubo da oggi venerdì 23 aprile è scattata l'esenzione del pedaggio tra i caselli di Ovada e Masone, tratto gestito da Autostrade per l'Italia. Ora anche Autostrada dei fiori ha deciso per una agevolazione del pedaggio lungo la tratta tra Pietra Ligure e Borghetto Santo Spirito. Un altro contentino per chi si deve muovere per lavoro o necessità lungo le autostrade liguri. Uno sconto al pedaggio che durerà fino al 29 maggio quando è prevista la piena riapertura del casello di Pietra Ligure. Oltre un mese dunque.

Nel casello sono infatti previsti dei lavori che impongono la chiusura della rampa di svincolo in uscita al casello di Pietra Ligure per i veicoli provenienti da Savona necessaria per 'permettere lavorazioni relative all’installazione delle barriere acustiche e al rifacimento dell’impianto di illuminazione dello svincolo'.

Insomma, ancora lavori e disagi. Per chi arriva da Levante rispetto a Pietra Ligure e uscirà a Borghetto avrà una riduzione del pedaggio (esentati dal pagamento i km dello svincolo di Borghetto e della carreggiata Borghetto-Pietra ligure). Per i transiti in entrata a Borghetto Santo Spirito ed uscita a Pietra Ligure, gratuità totale del pedaggio con azzeramento totale di tutti i km della tratta percorsa. Ancora una presa in giro per gli utenti delle autostrade della Liguria.

E intanto ancora nel Ponente della Liguria emerge in maniera sempre più forte il problema dei cantieri autostradali e non solo. Anche lungo l'Aurelia c'è da risolvere la questione di capo Noli. Per questo è previsto lunedì un incontro tra l'assessore alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone e l'Anas. Obiettivo: trovare una soluzione per permettere di non bloccare ulteriormente la regione (CLICCA QUI)

Con il ritorno in zona gialla torneranno possibili anche gli spostamenti tra regioni dello stesso colore. E per questo è già ipotizzabile che nel prossimo fine settimane ci sarà un via vai dalle regioni vicine verso le località della Liguria. E ancora una volta i cantieri creeranno lunghe code e pericoli per chi vorrebbe recarsi in Liguria. Il rischio è che anche se si aspetta una ripartenza per l'economia il caos autostrade vada a penalizzare tutte le attività che lavorano nel turismo e aspettano con ansia la riapertura dei confini regionali e l'avvio della bella stagione per rimettersi in moto dopo oltre 14 mesi da incubo a causa del Covid.

 




I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place