SPORT

I rossoblù a Bergamo per proseguire sulla strada del rilancio, dopo la vittoria sul Bologna

Atalanta-Genoa, sfida tra Gasperini e Ballardini tra Europa e salvezza

di Silvia Isola

domenica 17 gennaio 2021
Atalanta-Genoa, sfida tra Gasperini e Ballardini tra Europa e salvezza

GENOVA - Fischio d'inizio per il Genoa che scende in campo a Bergamo, nella gara preserale, contro l'Atalanta. Si tratta di una sfida difficile quanto suggestiva, per via della presenza sulle due panchine dei tecnici più amati dalla Nord negli ultimi vent'anni: Gian Piero Gasperini e Davide Ballardini. Il Grifone tenta di dare un seguito alla vittoria nel turno precedente a Marassi contro il Bologna.

In completo maglia e pantaloncini bianchi con inserti rossoblu, la squadra di mister Balla inizia con una buona azione di Marko Pjaca al secondo minuto di gioco: fuori! Azione personale del croato, palla a lato. Altra grande occasione al nono minuto per il Genoa: Strootman per Shomurodov, al limite dell'area il tiro fuori di niente, peccato! Al 14' ancora all'attacco Pjaca, tiro lungo, ma Gollini si tuffa e para. 18' parata ravvicinata, nell'area piccola devia Zapata, ma Perin è attento e blocca. Un primo tempo molto acceso: al 29' brivido per i rossoblu con Zapata che dribbla due difensori, ma calcia addosso a Perin. Atalanta in attacco in questi minuti di tensione Malinovskyi batte un calcio d'angolo lungo, lo recupera de Roon: l'azione prosegue con una serie di passaggi, palla a Djimsiti che in area non controlla la sfera. Conclusione pericolosa in scivolata di Shomurodov al 40' che termina sui piedi del numero 1 Gollini. Rientro negli spogliatoi con uno 0-0.

Al via ad un secondo tempo sempre molto combattuto. Primi dieci minuti di gioco privi di emozioni, ma ricchi di cambi in campo: esce Miha Zajc ed entra Lukas Lerager, ma scambio anche tra Andrea Masiello e Edoardo Goldaniga e tra Kevin Strootman e Valon Behramiper la formazione di mister Ballardini. Gasperini, invece, ha sostituito Zapata con Muriel. Assedio dell'Atalanta al 63esimo, con possesso palla e chiusura del Genoa in difesa. Genoa inerte di fronte alle ripetute azioni degli avversari, non riesce più a risalire. Al 65' paura per il palo di Hateboer. Altre due sostituzioni: esce Ruslan Malinovskyi ed entra Aleksej Miranchuk e esce Marko Pjaca ed entra Goran Pandev. Atalanta in cattedra con un'azione di forte pressing. Ammoniti Goldaniga e Zappacosta. Calcio di punizione battuto da Muriel, palla interessante verso l'area di rigore che non trova nessun compagno, la sfera termina sul fondo. Escono poi Josip Ilicic per Sam Lammers e Hans Hateboer per Joakim Maehle. Minuti concitati sul finale, al 90' l'Atalanta lamenta un presunto tocco di mano in area di rigore del Genoa, ma l'arbitro lascia proseguire. 5 minuti di recupero. 

LE FORMAZIONI UFFICIALI

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi; Ilicic, D. Zapata. All. Gasperini.

GENOA (3-5-2): Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Strootman, Badelj, Zajc, Czyborra; Pjaca, Shomurodov. All. Ballardini.

ARBITRO: Marinelli di Tivoli.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place