Attualità

La banca del futuro ad un passo da casa nostra. Apre in corso Sardegna una nuova filiale interamente tecnologica di Banca Carige, con la quale l’istituto genovese vuole rendere più smart il servizio per i clienti, senza però troncare completamente i legami col passato. Qui infatti i clienti o semplici avventori potranno usufruire di tutti i servizi bancari in autonomia, con la possibilità di contattare gli assistenti in caso di necessità. Gli operatori però non saranno fisicamente presenti nella filiale ma saranno contattabili in videochiamata, grazie alla tecnologia messa a disposizione dalla banca. L’unico dipendente di Carige presente in loco sarà il Meeter, che accoglierà il cliente e gli consegnerà una busta contenente tutta la documentazione prodotta durante la sessione. La firma dei documenti avverrà grazie ad una tavola digitale che funzionerà anche da misura di sicurezza: il dispositivo riconosce infatti non solo la firma del cliente ma anche il peso esercitato sulla penna e sulla tavola stessa, evitando contraffazioni o scambi di identità.

Saranno inoltre presenti dei macchinari di ultima generazione che consentiranno molte operazioni, dal semplice prelievo ai pagamenti, anche in contanti. L'immissione del contante nella macchina attiverà il suo sistema di ricircolo, per cui la ricarica di denaro da parte della vigilanza avverrà con meno frequenza rispetto ad oggi. Nel caso il contante stesse per terminare, gli addetti verranno informati grazie ad un sistema di cash management, garantendo la ricarica immediata e la continua erogazione del servizio, senza alcun intoppo.

La tecnologia delle filiali Carige Smart incontra le esigenze di tutte le categorie di clienti" afferma Paolo Sacco, Chief Operating Officer di Carige. "Tutti potranno agevolmente utilizzare le moltissime funzionalità delle apparecchiature self service, ma anche delle persone che hanno bisogno di un rapporto personale e diretto con un consulente. Qui troveranno dei colleghi specializzati, connessi in remoto, che saranno in grado di supportarli in tutto e per tutto come fossero fisicamente presenti”.

Questa nuova filiale rappresenta un passo avanti verso il digitale ma è anche unica nel suo genere perché coniuga la tecnologia con le persone" aggiunge Gianluca Guaitani, Chief Commercial Officer della banca. "Collegati in remoto, sugli schermi, ci sono consulenti pronti ad ascoltare e risolvere i bisogni di tutti gli operatori e dei tanti residenti di un Quartiere che sta vivendo una fase importante di trasformazione e a cui Carige vuol dare il proprio supporto. La cosa importante da sottolineare è che noi non vogliamo cambiare il nostro modello di banca ma semplicemente offrire un nuovo modo di viverla. Non vogliamo indurre i clienti sui canali da noi scelti, vogliamo che ognuno trovi il suo modo preferito di usufruire dei servizi di Carige”.

"L'importanza di questa filiale per il territorio è enorme perché aumenta l'offerta. La capillarità dei servizi è importante", afferma Massimo Ferrante, Presidente del Municipio Bassa Valisagno. "La cosa importante è che questo sportello non è utilizzabile solo da chi ha dimestichezza con la tecnologia ma anche da chi è meno esperto grazie all'assistenza in remoto, rendendolo un servizio a portata di tutti".

"È fondamentale che ci sia quest'agenzia perché eravamo rimasti con un buco in corso Sardegna", dice Umberto Solferino, presidente consulta dei Civ della Confcommercio di Genova. "I clienti più anziani potrebbero trovare difficoltà ma saranno accompagnati nell'utilizzo di questi sistemi, faremo il possibile per aiutarli".