SPORT

Domani sera il derby della Lanterna numero 123, il tecnico rossoblù: "Un forte dispiacere non poter contare sui nostri tifosi"

Genoa, Ballardini pensa agli ingredienti per il derby: "Non so cucinare, ma ci vorranno testa e cuore"

di Filippo Serio

martedì 02 marzo 2021



GENOVA - Sarà il primo Derby della Lanterna a porte chiuse per Davide Ballardini, il numero 123 nella storia di Genoa e Sampdoria. Parlando della sfida di mercoledì sera, il tecnico ha rivolto un pensiero anche ai tifosi: "Domani penserò anche alle persone affezionate a questi colori che non potranno essere insieme a noi per condividere le gioie e la fatica. Proverò un forte dispiacere perché queste persone sono tantissime, noi sentiamo la responsabilità della sfida e sarebbe stato molto diverso averle al nostro fianco"

  "Premetto che non so cucinare, ma gli ingredienti per affrontare il derby sono cuore, testa, idee chiare e tanta corsa fatta con i tempi giusti e negli spazi giusti. Tutto questo dovrà essere accompagnato alla qualità, perché pensiamo di avere ragazzi di grande qualità."

  "Il campionato si divide fra tutti gli altri impegni ed il derby, la partita delle partite: è chiaro che ci teniamo a fare bene sempre, ma per un evento del genere servirà qualcosa in più." Mi aspetto una bella gara, intensa e combattuta; sia noi che la Sampdoria abbiamo dimostrato di sapere come regalare belle prestazioni. Una delle due vorrà prevalere sull'altra in tutti i modi, per cui mi aspetto 90 minuti emozionanti e ricchi di agonismo."     "Noi ci troviamo in una posizione di classifica differente dalla loro: noi dobbiamo avere ben chiari quali sono gli obiettivi da raggiungere, rimaniamo concentrati sulla nostra posizione di classifica."     L'AVVERSARIA - "Il collega Claudio Ranieri è dotato di esperienza, bravura, buon senso. Io però penso sempre al mio giardino, spesso ripeto che noi abbiamo portato con noi idee, allenamenti e scelte specifiche, come quella di essere sinceri con i nostri giocatori. La zona tranquilla di classifica è un lusso che va guadagnato giorno per giorno, ma per me non ha senso parlare del fatto che abbiamo portato serenità. Quando arrivi su una nuova panchina porti con te tutto ciò che hai, per cui trovarsi in un momento di serenità è un lusso, dopo tutto ciò che è stato fatto".



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place