CRONACA

Analisi del Co.Re.Com realizzata dall'osservatorio di Pavia

Tv locali e diritti dei minori, pochi i programmi ma regole rispettate

venerdý 19 maggio 2017

Lo spazio dedicato ai minori Ŕ limitato, soprattutto in fascia non protetta e circoscritto ai notiziari. Ecco cosa emerge dall'analisi dell'offerta televisiva rivolta ai minori e della rappresentazione dei minori nei programmi di sei emittenti locali liguri. La ricerca Ŕ stata promossa dal Corecom, Comitato Regionale delle Comunicazioni e realizzata dall'Osservatorio di Pavia.


GENOVA - I programmi televisivi per bambini e ragazzi occupano solo lo 0,5%, dei palinsesti delle emittenti locali liguri. Il dato è stato fornito nel corso del convegno 'Tv e minori', organizzato dal Corecom Liguria, nel corso del quale è stata presentata la ricerca curata dall'Osservatorio di Pavia, che aveva come obiettivo quello di analizzare l'offerta televisiva ligure rivolta ai minori.

La ricerca ha analizzato la programmazione di una settimana, dal 18 al 21 settembre 2016, di sei televisioni (Televarazze, Stv Rapallo, Primocanale, Liguria Tv, Telecity 7 Gold e Telenord ) oltre alle prime edizioni dei telegiornali del Tgr Liguria, delle rete Rai, Mediaset e La7. Quello che ne viene fuori è che su 1000 programmi messi in onda dalle tv locali solo 5 di essi (0,5%) sono specifici per minori, mentre la maggior parte della pertinenza (il 12% ovvero 120 programmi) deriva dalla presenza di tematiche riguardanti bambini o ragazzi in programmi a loro non dedicati, in particolar modo nelle trasmissioni di informazione.

"Le trasmissioni delle tv locali liguri che maggiormente rivolgono la loro attenzione ai minori sono i notiziari, seguiti dagli spazi informativi - spiega Manuela Malchiodi, dell'Osservatorio di Pavia - Un dato curioso è quello che nella fascia protetta le emittenti liguri non dedicano praticamente spazio ai minori, anzi in molti casi sono interamente dedicate alle televendite".

Televarazze risulta essere la tv che dedica più spazio ai più piccoli, seguita da STV Rapallo e Primocanale, anche se spesso si tratta di repliche. Dalla ricerca emerge come i telegiornali nazionali dedichino maggiore spazio ai minori rispetto a quelli delle tv locali liguri, che riservano comunque un'attenzione maggiore alle tematiche sociali che hanno come protagonisti i bambini. 

"Dalla ricerca dell'Osservatorio di Pavia sull'analisi dell'offerta televisiva ligure rivolta ai minori ne esce un quadro nel suo complesso positivo, senza particolari criticità, anche se le trasmissioni vere e proprie dedicate ai ragazzi sono molto poche. Comunque, quando parlano di ragazzi, soprattutto nei notiziari, lo fanno nel rispetto della deontologia e della pertinenza della notizia", ha spiegato il presidente del Corecom Liguria, Alberto Maria Benedetti durante il convegno. "Lo studio evidenzia come nel suo complesso le emittenti locali liguri rispettano la fascia di protezione e le regole - continua. - Oggi, la nostra nuova sfida è quella di avviare un osservatorio sul web e sui suoi contenuti".

Commenti



I NOSTRI BLOG