CRONACA

I fatti erano avvenuti ad ottobre a Bargagli

Colpito da pugno durante una lite muore dopo un mese, ristoratore accusato di omicidio

16/11/2020 ore: 11.44

Colpito da pugno durante una lite muore dopo un mese, ristoratore accusato di omicidio

GENOVA - E' morto al polo riabilitativo Don Gnocchi della Spezia, Giuseppe Carbone, l'uomo di 46 anni colpito da un pugno in pieno volto, il 7 ottobre scorso a Bargagli, nell'entroterra di Genova, nel corso di una lite per una bolletta della luce di un box con un ristoratore del posto.

I due si erano incontrati per chiarirsi, ma dalle parole erano poi passati ai fatti: qualche schiaffo, qualche spintone e infine i pugni. Carbone, colpito al volto, complice qualche bicchiere di troppo che l'uomo avrebbe bevuto quella sera, è finito a terra sbattendo la testa. L'uomo in coma, rera stato ricoverato all'ospedale San Martino di Genova, e poi nei giorni scorsi trasferito al centro di riabilitazione spezzino dove e' deceduto. Ora per il ristoratore, Sergio Schiezzari, che era indagato per lesioni aggravate, il capo di imputazione cambia: l'uomo e' ora accusato di omicidio preterintenzionale.