SPORT

Successo in trasferta per i blucerchiati

Torino-Sampdoria 1-3: Verdi spaventa, Ramirez la ribalta e Quagliarella la chiude

08/02/2020 ore: 19.48

Torino-Sampdoria 1-3: Verdi spaventa, Ramirez la ribalta e Quagliarella la chiude

TORINO - Prima lo spavento, poi la gioia. Succede tutto nel secondo tempo al Grande Torino, ma soprattutto la Sampdoria ritrova il successo in trasferta: finisce 3-1. Tre punti d'oro per far allontanarsi dalla zona calda della classifica. Dopo un primo tempo privo di grandi emozioni il Torino passa con Verdi che sfrutta un errore di Colley. Poi sale in cattedra Ramirez che ribalta il match in cinque minuti (LEGGI QUI). Quagliarella su rigore chiude la contesa al 79'. Tra i padroni di casa espulso Izzo per fallo da ultimo uomo.

QUI LE PAROLE DI MISTER RANIERI A FINE PARTITA

Ranieri recupera il polacco Bereszynski che si riprende il ruolo di terzino destro, al centro della difesa Tonelli e Colley, Murru sull'out di sinistra. Centrocampo a tre con Thorsby, Ekdal e Linetty. Ramirez sulla trequarti a supporto di Quagliarella e Gabbiadini. I padroni di casa alla prima con Longo in panchina si affidano a un 3-4-3 con un centrocampo fisico composto da De Silvetsri, Lukic, Rincon e Aina, attacco a tre con Verdi e Berenguer in appoggio a Belotti.

IL PRIMO TEMPO - La prima mezz'ora non regala emozioni. Il Toro mantiene il pallino del gioco ma fatica a trovare spazi per creare superiorità e Audero passa minuti tranquilli. I blucerchiati si difendono con ordine ma faticano a farsi vedere dalle parti di Sirigu. Le occasioni da gol sembrano un miraggio, il tiro di Lukic smorzato è più una telefonata per l'estremo difensore blucerchiato. Nel giro di due minuti ammoniti Tonelli, per un brutto intervento su Lukic, e poi Berenguer per aver calciato in porta un pallone a gioco fermo. Poi ci prova Ramirez, prima l'uruguaiano spreca una punizione da buona posizione non inquadrando la porta poi fa partire un sinistro da appena fuori area con Nkoulou che di testa si oppone.

Al 37' la prima scossa della partita. Quagliarella si muove bene e serve in mezzo all'area la corrente Ramirez, il piatto del trequartista è centrale e Sirigu respinge coi pugni. Il pericolo corso non scuote i Granata che continuano con i loro ritmi, Audero ringrazia. Nella lista dei cattivi di Valeri finiscono anche Ekdal (diffidato salterà la sfida al Ferraris contro la Fiorentina) e Thorsby. Il primo tempo finisce qui.

IL SECONDO TEMPO - Longo e Ranieri decidono di non cambiare. E allora alla ripresa stessi ventidue della prima frazione di gioco. La Samp ci prova subito. E' il 5 minuto quando Quagliarella libera Ramirez che a tu per tu con Sirigu si fa ipnotizzare dal portiere Granata abile a chiudere lo specchio della porta. Pochi giri di lancette e Tonelli chiude su Berenguer. Gabbiadini spedisce sulla barriera una buona punizone. Poi il match si sblocca: Berenguer inventa per Verdi, Colley è in in ritardo e l'attaccante Granata con un tiro sporco batte Audero. E' la prima vera fiammata dei padroni di casa che trovano subito la via della rete. Samp anche sfortunata. Al 56' Torino-Sampdoria 1-0.

La rete dà la carica ai padroni di casa con Berenguer e Verdi che provano il bis, questa volta Tonelli è attento e chiude. Belotti entra duro su Colley, giallo anche per il 'Gallo'. La Samp prova a scuotersi, Thorsby però non ha precisione nel sinistro e la sfera si perde senza creare pericoli a Sirigu. La rete ha rianimato il match con i padroni di casa sospinti dal pubblico alla ricerca della seconda marcatura e i ragazzi di Ranieri in avanti nel tentativo di pareggiare. Il ritmo sale. Murru si prende il cartellino giallo. Poi per Ranieri scatta il momento della prima sostituzione del match: Jankto prende il posto di Thorsby.

Tutto si ribalta nel giro di cinque minuti: il protagonista neanche a dirlo è sempre lui: Gaston Ramirez. Al 70' La Samp trova prima il meritato pari. Ramirez è steso da Rincon al limite dell'area con il Veneuelano che finisce nella lista dei cattivi. La punizione di Ramirez è un gioiello che conclude la sua traiettoria al bacio all'incorcio dei pali, Sirigu questa volta può solo guardare. Al 70' Torino-Sampdoria 1-1. Poi Ramirez porta avanti suoi. Quagliarella serve l'uruguaiano che al volo di destro trafigge ancora Sirigu. Al 75' Torino-Sampdoria 1-2. I granata perdono la testa, i blucerchiati volano sulle ali dell'entusiasmo.

E così i Ranieri Boys trovano anche il tris. Izzo trattiene Quagliarella lanciato a rete da Ekdal: fallo, calcio di rigore e rosso diretto per il difensore Granata. Quagliarella dal dischetto è una sentenza, il tiro forte e centrale non lascia scampo: al 79' Torino-Sampdoria 1-3. Di fatto il match finisce qui. C'è tempo per vedere in campo Bertolacci e La Gumina che prendono il posto rispettivamente di Ramirez e Quagliarella, con il capitano blucerchiato fischiato dal pubblico che lo ha visto crescere. Il Torino non c'è più, la Samp deve solo controllare. Dopo cinque minuti di recupero Valeri fischia il finale. La Samp va a dormire più tranquilla, ora i punti in classifica sono 23. 

IL TABELLINO:

TORINO-SAMPDORIA 1-3

GOL: 56' Verdi (T), 70' Ramirez (S), 75' Ramirez (S), 79' Quagliarella su rig (S)

Ammonizioni: Tonelli (S), Berenguer (T), Ekdal (S), Thorsby (S), Belotti (T), Murru (S), Rincon (T), Colley (S)

Espulsioni: 78' Izzo (T)

TORINO (3-4-3): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Lukic, Rincon, Ola Aina (74' Ansaldi); Verdi (83' Meitè), Belotti, Berenguer. All. Longo.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Colley, Murru; Thorsby (68' Jankto), Ekdal, Linetty; Ramirez (86' Bertolacci); Gabbiadini, Quagliarella (90' La Gumina). All. Ranieri.