PORTI E LOGISTICA

Esplode la polemica verso il capo del dicastero dei Trasporti

Rivolta contro il ministro De Micheli: "Uno scandalo la non nomina commissario nodo di Genova"

29/01/2020 ore: 14.52

di Elisabetta Biancalani

Rivolta contro il ministro De Micheli:

GENOVA - Durante l’inaugurazione del secondo binario del terminal portuale Psa a Genova Prá, esplode la polemica nei confronti del ministro dei Trasporti De Micheli. A lanciarla è il governatore Toti che tuona: “Dal decreto sblocca-cantieri sono passati circa sette mesi, è dell’estate scorsa, questo cantiere dovrebbe essere sbloccato e invece non c’è stata neppure la nomina del commissario.Non voglio far fretta a nessuno ma credo che questi mesi dovevano essere sufficienti. L’obiettivo è quello di veder ripartire il passante di Genova , che si deve collegare con il Terzo Valico che progredisce, per dare efficienza al porto”.

Gli fa eco il presidente degli Industriali genovesi Mondini: “Noi siamo ostaggio di tante cose tra cui il ministro che non nomina il commissario. Ci si perde nei meandri della burocrazia, mi pare ci fosse un nome fermo alla Corte dei Conti per un parare. Aspettiamo da troppo tempo e non si riescono così a portare a termine progetti fondamentali per la città è la regione. Il nodo di Genova è complementare al Terzo Valico, e ad altre opere di collegamento tra porto e città. Il cantiere è già stato interrotto diverse volte e ora non si capisce perché non ci sia la nomina del commissario".

Anche il responsabile delle Infrastrutture della Lega ed ex viceministro nel governo Conte prima versione Edoardo Rixi spara a zero sull'attuale ministro proprio in riferimento al nodo ferroviario di Genova: "Il ministro De Micheli sta tenendo fermo il nodo ferroviario di Genova da quando è in carica, Toninelli tra luci e ombre ha sbloccato per Genova più cose di quanto abbia fatto la De Micheli".