CRONACA

Massimo Di Fazio stato eletto nel 2018

Accusato di traffico d'armi e bracconaggio, agli arresti domiciliari il sindaco di Triora

02/12/2019 ore: 11.01

Accusato di traffico d'armi e bracconaggio, agli arresti domiciliari il sindaco di Triora

TRIORA - È stato arrestato dalla polizia postale il sindaco di Triora, Massimo Di Fazio. Il primo cittadino si trova agli arresti domiciliari. La misura cautelare riguarderebbe l'ambito privato e sarebbe relativa all'attività venatoria. 

L'arresto è stato notificato a Di Fazio in Comune. L'arresto non riguarda l'attività amministrativa da lui portata avanti ma una situazione che sarebbe legata a traffico d'armi e bracconaggio. Di Fazio è stato eletto nel 2018, già la scorsa estate era stato raggiunto, in qualità di amministratore della società "terra brigasca" che gestisce la foresta demaniale Germonte, da un avviso di garanzia per un presunto inquinamento ambientale e un abuso edilizio. In corso da parte della polizia postale le perquisizioni.

"E' stato un duro colpo per l' immagine del paese, ma ciò che mi preme, in questo momento, è rassicurare la collettività sul fatto che l'attività amministrativa prosegue in maniera normale", ha detto Gianni Nicosia, il del borgo dell'alta Valle Argentina, che ha preso in mano le redini dell'amministrazione dopo l'arresto del sindaco Di Fazio. 

"Si tratta di una questione privata e, quindi, per il Comune non ci sono ripercussioni. Abbiamo fiducia nella magistratura e speriamo che si possa venire a capo di questa vicenda. Ci auguriamo che si possa chiarire tutto. Nelle prossime ore mi recherò in Prefettura, per il momento il sindaco resta sospeso. E' successo tutto così all'improvviso, ma tengo a ribadire che il Comune lavora normalmente", ha concluso Nicosia.