MOTORI

Il pilota savonese tradito da una toccata nella Ps2

Rally Italia Sardegna: Ogier da battere nel Wrc, Andolfi out in Wrc2

14/06/2019 ore: 09.56

Rally Italia Sardegna: Ogier da battere nel Wrc, Andolfi out in Wrc2

ALGHERO - La sedicesima edizione del Rally Italia Sardegna, ottava gara del FIA World Rally Championship, valida anche quale quarto atto del Campionato Italiano Rally, terzo per il CIR Terra e CIR Junior è scattata da Alghero verso la super speciale spettacolo "Ittiri Arena Show" (2,00 km) al cospetto di un pubblico da record.

Sebastien Ogier si candida ancora come l'uomo da battere il leader del WRC. Il francese campione in carica, affiancato da Julien Ingrassia sulla Citroen C3 WRC, realizza il miglior tempo assoluto sul breve tratto cronometrato d'apertura in 2'00.7. Appena un decimo sul compagno di team il finlandese Esapekka Lappi e Janne Ferm (Citroen C3 WRC), mentre il terzo crono assoluto è dell'estone Ott Tanak affiancato da Martin Jarveoia (Toyota Yaris WRC) a 3 decimi di distacco dal francese campione in carica.

A ridosso del podio virtuale assoluto c'è il britannico Kris Meek con Sebastian Marshall (Toyota Yaris WRC) a 4 decimi da Ogier, quinto il finlandese Teemu Suninen con Jarmo Lehtinen (Ford Fiesta WRC) a +1.6'', quindi il belga Thierry Neuville con Nicolas Gilsoul (Hyundai i20 NG WRC), terzo assoluto della classifica iridata, ora distante 1,8'' dal leader in gara.

Partenza lanciata per il giovane flying finn del WRC2 Pro Kalle Rovanpera, affiancato da Jonne Halttunen, che si piazza primo assoluto tra le R5 su Skoda Fabia Evo in 2'06.3. Alle sue spalle per appena 3 decimi il norvegese Mads Ostberg, con Torstein Eriksen su Citroen C3, quindi il ceco Jan Kopecky e Pavel Dresler sull'altra Fabia Evo a +1".

ANDOLFI OUT IN WRC2 - Non esagera nella prova iniziale il giovane pilota savonese Fabio Andolfi con Simone Scattolin su Skoda Fabia R5. Il portacolori della nazionale ACI Team Italia, al termine dei primi 2 km, e' distante 4'' dal primo dei rivali in WRC2 il russo Nikolay Gryazin con Yaroslav Fedorov su Fabia R5. Andofli però ha pagato caro una toccata nella Ps2 "Tula" (22,25 km). La sua Fabia è rimasta ferma, a seguito di una toccata a metà del tratto cronometrato, dopo 14.2 km, al centro della sede stradale impedendo il passaggio delle vetture successive. La piesse “Tula” è stata vinta dal finlandese Teemu Suninen (Ford Fiesta WRC) 18:45.0, ora leader di gara, davanti al britannico Elfyn Evans (Ford Fiesta WRC) e all’altro pilota finlandese Jari-Matti Latvala (Toyota Yaris WRC).