IL COMMENTO

La replica al commento di Maurizio Rossi sulle Comunali matuziane

Caro editore, mai come in queste elezioni la scelta sarÓ tra 'o Noi o Loro' a Sanremo

19/03/2019 ore: 10.38

di Paola Arrigoni*

Caro editore, mai come in queste elezioni la scelta sarÓ tra 'o Noi o Loro' a Sanremo

Gentile editore,

ho letto con attenzione la sua analisi che ritengo perfetta perché è riuscito a fotografare esattamente il clima politico attuale ma vorrei aggiungere alcune mie considerazioni sui 5 anni che ho passato in Consiglio Comunale.

A giugno 2014, dopo le elezioni, i giornali titolavano: “Sanremo al centrosinistra. Alberto Biancheri, appoggiato dal Pd, è il nuovo Sindaco di Sanremo.” Nel 2014 quindi eravamo tutti convinti che a Sanremo governasse il centrosinistra. Nessuno ha mai smentito nulla, peccato che il sindaco non abbia preteso di fare chiarezza fin da subito.

Ricordiamo inoltre che sempre in quell’anno c’erano state le elezioni europee: il Pd aveva preso il 40% (noi il maalox) e da qui forse la necessità per Biancheri di mantenere buoni rapporti con la sinistra (o pseudo tale). Ma arriviamo al ribaltone di Biancheri targato agosto 2017 dove il primo cittadino, come ricorda lei, aveva mandato a casa 2 assessori. Nella conferenza stampa di presentazione della nuova giunta il Sindaco aveva rilasciato affermazioni pesanti come macigni ovvero che il 70 per cento della sua maggioranza era di centro destra.

Quindi la realtà, svelata dal primo cittadino, era la seguente: stava governando un’amministrazione di centrodestra spalleggiata dal Pd. In conferenza stampa il sindaco aveva affermato “è la lista Sanremo al Centro che conta, i moderati che hanno creduto in un progetto che rimane civico, con un occhio al centro ma con la sua maggioranza al 70% di centrodestra”. Quelle affermazioni del sindaco ci avevano rievocato immediatamente il film 'Amici miei': “Come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribàcchi confaldina ..…”

E gli elettori di Biancheri? Come hanno reagito? Nessuno ha pensato di chiederglielo. E il Pd? Il silenzio più assoluto, nessuno ha alzato alcuna barricata, tutti preoccupati solo di proporre nuovi nomi e non perdere le cariche. Quindi, la realtà era che l’amministrazione era diventata in corso d’opera di centrodestra con l’appoggio del Pd.

Cosa significava? Una cosa sola: tutti insieme felici ad amministrare. E il volere dei cittadini espresso con il voto nel 2014? Ritornerà importante solo alla prossima tornata elettorale nel mezzo vengono fatte alleanze, spostati incarichi, sempre le solite persone che saltellano sulle varie poltrone.

Incarichi che vengono dati in base ‘al peso elettorale’ e non per le competenze, abbiamo avuto l’impressione che fosse in atto una bella partita a risiko. Per noi invece il consenso dei cittadini si ottiene lavorando bene sui programmi ed attuandoli, amministrando con coerenza e non cambiando in corso alleanze e colori politici.

Per quanto concerne il centrodestra, quando abbiamo saputo della candidatura a sindaco dell’amministratore unico della Idroedil siamo rimasti allibiti dal momento che mai avremmo pensato che si potesse arrivare a tanto. Quella società conosciuta a Sanremo per le sei discariche realizzate a Collette Ozotto. La stessa che ha presentato un megaprogetto di un biodigestore con annessa una discarica di servizio, l’ennesima.

Attualmente c’è in atto un contenzioso con il Comune proprio a firma del candidato sindaco in relazione al piazzale Ciuvin. La nostra maggiore preoccupazione, indipendentemente dai vari ricorsi al Tar e dal loro esito, è sapere cosa sia stato stoccato esattamente sotto quel piazzale ed è per questo motivo che stiamo chiedendo da più di un anno e mezzo all’amministrazione che venga eseguita la caratterizzazione a norma di legge del luogo.

Per quanto mi riguarda dopo 5 anni passati in Consiglio Comunale conosco bene le tematiche, le problematiche e di conseguenza ho le idee chiare sulle priorità della nostra città e dell’assoluta necessità di una condivisione con la cittadinanza. Strategie, alleanze, partite a risiko, le lasciamo agli altri: noi del M5S ci concentriamo sul programma che prevede obiettivi chiari e precisi, realizzabili e condivisibili. Noi siamo esclusivamente al servizio dei cittadini. Mai come in queste elezioni la scelta sarà tra O NOI o Loro. I miei più cordiali saluti.

*Paola Arrigoni - Candidata sindaco Movimento 5 Stelle a Sanremo