MOTORI

Si riaccende la sfida tra Hyundai e Toyota

WRC all’esordio sull’asfalto della Croazia

di Stefano Bertuccioli

martedì 20 aprile 2021



Dopo una lunga pausa è il momento di tornare in gara per gli equipaggi del Mondiale WRC, che ripartono dagli asfalti del Rally di Croazia, gara che per la prima volta sia affaccia nel calendario della massima serie. Da fine febbraio, periodo in cui si è corso l’Arctic Rally con la vittoria di Ott Tanak, i team hanno approfittato del periodo senza gare per testare le nuove vetture 2022 ed affinare quelle della stagione in corso.

Il Team Hyundai ha scelto il Rallye Sanremo per preparare la sfida sugli asfalti balcanici, mentre Toyota e M-Sport hanno optato per sessioni di test privati. Tutti si presenteranno a Zagabria il prossimo weekend con importanti novità sia nell’aerodinamica che nei motori, in vista di una sfida che si preannuncia molto importante per delineare i valori in campo della stagione.

Venti prove speciali, trecento chilometri cronometrati tra le foreste del nord della Croazia, vicino al confine con la Slovenia. Gli equipaggi del WRC troveranno condizioni meteo mutevoli e strade insidiose, per una gara in cui non mancherà lo spettacolo.

Kalle Rovanpera comanda la classifica con la Toyota, seguito dalla Hyundai di Thierry Neuville e dal compagno di team Ogier. Quarto posto per l’altro alfiere Toyota Evans, mentre Tanak è attualmente quinto e sulla sua classifica pesa lo zero di Montecarlo.

Due gli equipaggi italiani al via in Croazia, entrambi su Skoda Fabia R5, che nel Mondiale rientra nella classe RC2: Enrico Brazzoli sarà affiancato da Maurizio Barone e prenderà parte alla sfida per il WRC2, mentre Mauro Miele e Luca Beltrame competeranno per il WRC3.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place