CRONACA

Cresce il numero degli ammanchi

Truffa all'ufficio postale, il sindaco: "Situazione preoccupante"

di Gilberto Volpara

domenica 24 febbraio 2019



VOBBIA - A distanza di due settimane dalle prime notizie di stampa emerse su primocanale.it si allarga il numero di ammanchi e segnalazioni intorno alla vicenda che ha messo nel mirino il comportamento di una dipendente di Poste Italiane attiva per anni in Vallescrivia. Correntisti, soprattutto anziani, sarebbero vittima di libretti fittizi o di simili procedure per un fenomeno di cui ancora adesso nessuno ha esatta percezione riguardo alle dimensioni.

Se presso la caserma di Isola del Cantone è il momento delle prime denunce formali, a tornare sulla questioni e’ il sindaco di Vobbia, Simone Franceschi: "Ho avuto un primo contatto con il responsabile Nord Ovest nei rapporti con gli enti locali. Ho espresso la preoccupazione dell’amministrazione comunale per quanto sta emergendo e dalle segnalazioni di privati cittadini, e ho avuto la conferma, pur con il giusto e massimo riserbo su cifre e correntisti coinvolti, di come sia in corso una verifica interna, su attività anomale registrate dall’azienda. Poste Italiane, a cui ho chiesto di poter fornire una comunicazione ufficiale, mi ha però confermato la massima attenzione nella tutela dei correntisti".

Nei prossimi giorni potrebbero esserci le prime convocazioni da parte dei carabinieri di testimoni o funzionari di Poste Italiane.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place