SALUTE E MEDICINA

Si accende la discussione sulla possibile estensione a tutti

Terza dose di vaccino, al via le prenotazioni per 35mila Liguri

di r.p.

giovedý 23 settembre 2021
Terza dose di vaccino, al via le prenotazioni per 35mila Liguri

GENOVA - Al via dalle ore 23 di oggi giovedì 23 settembre le prenotazioni in Liguria per la terza dose di vaccino Covid. In tutto sono circa 35mila i liguri che possono richiedere la somministrazione. Si parte infatti dalle persona ultra-fragili e dagli immunodepressi. Per prenotare da stasera è necessario collegarsi al portale online prenotovaccino.regione.liguria.it, mentre da venerdì 24 settembre le prenotazioni potranno essere effettuate attraverso i canali disponibili per alcune categorie di soggetti ultrafragili e immunodepressi.

Intanto la discussione sull'estensione della terza dose si accende anche tra gli esperti. Secondo i dati ufficiali forniti del ministero della Salute israeliano la somministrazione della terza dose di vaccino contro il Covid suglio Over 60 "porterebbe l'efficacia del vaccino tra i soggetti che hanno ricevuto il richiamo a circa il 95%, un valore simile all'efficacia del vaccino originale riportata contro la variante Alfa".

L'Oms ha comunicato che la variante Delta del nuovo coronavirus SarsCoV2 ha superato tutte le altre varianti per la sua alta contagiosità ed è adesso quella "predominante" a livello mondiale. Al momento circolano meno dell'1% delle altre varianti Alfa, Beta e Gamma. Si teme dunque un nuovo aumento dei contagi, ma attualmente il quadro in Italia appare stabile. Per ora in Italia sono circa 15mila le dosi somministrate agli imunodepressi e ultra fragili. Ma è possibile che nel corso del 2022 tutti i vaccinati vengano chiamati per la terza dose.

Per Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, secondo è plausibile che nel 2022 tutti dovranno fare un richiamo del vaccino anti-Covid. Anche per il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ora è "prematuro" parlare di una terza dose per tutti, ma "credo che dovremo farla. Ma il dibattito resta aperto e ancora non c'è chiarezza.

Patrizia Popoli, coordinatrice della commissione tecnico scientifica dell'Aifa, ribadisce come l'ente per i farmaci statunitense Fda ha stabilito che al momento non ci sono elementi sufficienti per una strategia di questo tipo, di una terza dose a tutti. Per l'infettivologo genovese Matteo Bassetti una volta analizzati i dati israeliani ha detto che "al momento la terza dose è utile per soggetti più fragili e per chi ha più di 80 anni". Insomma per l'estensione si attende ancora. Intanto si parte anche in Liguria per i soggetti più fragili.

PER CHI È PREVISTA LA TERZA DOSE IN VIA PRIORITARIA IN ITALIA:

I soggetti per cui è prevista la terza dose sono coloro che rientrano nelle seguenti condizioni (che potranno essere aggiornate sulla base di evidenze disponibili):

• trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva;

• trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica);

• attesa di trapianto d’organo;

• terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CART);

• patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure;

• immunodeficienze primitive (ad esempio, sindrome di DiGeorge, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile ecc.);

• immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (ad esempio, terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario ecc.);

• dialisi e insufficienza renale cronica grave;

• pregressa splenectomia;

• sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) con conta dei linfociti T CD4+ < 200cellule/μl o sulla base di giudizio clinico.

 



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place