CRONACA

Incontro Comune-Municipio

Strade, rivi, parchi e scuole: per la Bassa val Bisagno 83 milioni in due anni

giovedý 23 gennaio 2020
Strade, rivi, parchi e scuole: per la Bassa val Bisagno 83 milioni in due anni

GENOVA -  83 milioni di euro tra il 2019 e il 2020 è la cifra che l'amministrazione comunale ha destinato per lavori pubblici nel municipio Bassa Val Bisagno, alcuni già realizzati, altri in programma. La cifra è emersa nel corso della giunta comunale itinerante che si è svolta tra San Fruttuoso, Quezzi e dintorni. Questi fondi comprendono i 45 milioni già investiti per lo scolmatore del torrente Fereggiano, ma interventi per altri 38 milioni riguardano la messa in sicurezza dei rivi, quella di parchi, cimiteri e scuole, miglioramenti delle strade, installazione di telecamere e illuminazione pubblica.

"Positivo l'incontro di oggi ma sono anni che chiediamo risposte - le parole del presidente del municipio Massimo Ferrante, centrosinistra - dopo anni di rischio idrogeologico oggi abbiamo altre priorità, a partire dalla sicurezza delle strade e dei pedoni". Sul fronte della viabilità è in programma l'installazione di un semaforo intelligente tra corso Gastaldi, via Barrili e via Corridoni, uno dei nodi critici per il traffico nella zona. Tra le notizie emerse, su un tema importante come il rischio idrogeologico, l'avvio dei lavori, entro il secondo semestre del 2020, della galleria scolmatrice del rio Rovare, finanziata con la prima tranche di 3 milioni del progetto Italia Sicura. Altri 500 mila euro sono stati stanziati per l'adeguamento idraulico, previsto dalla prossima primavera, del tratto a valle del rio Finocchiaro. Si è parlato anche del futuro dell'ex mercato di Corso Sardegna: "Siamo nei tempi - ha detto il sindaco Bucci - lì saranno investiti 27 milioni di euro e l'opera sarà ultimata nel 2022".

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place