CRONACA

Dopo gli allarmi lanciati a livello nazionale per la carenza di piogge

Rischio siccità, la Liguria non trema. Confagricoltura: "Aziende preparate"

lunedì 25 marzo 2019
Rischio siccità, la Liguria non trema. Confagricoltura:

GENOVA -  "Per il momento non siamo particolarmente preoccupati, le aziende nel tempo si sono abituate a gestire lunghi periodi di siccità" la rassicurazione arriva da Andrea Sampietro, direttore generale di Confagricoltura Liguria. Il rischio dunque per le circa 16,5 mila aziende della nostra regione non esiste, al momento. Le poche piogge di quest'ultimo autunno e inverno hanno fatto scattare il pericolo in tutto il Nord Italia.

In Liguria la preoccupazione maggiore è concentrata nel ponente della regione. Con una produzione tipica legata soprattutto all'orto-floricoltura intensiva ma anche alle attività più tradizionali, come produzioni zootecniche, olivicoltura e viticoltura. Il rischio è che, se dopo due stagioni di carenza, anche la primavera non regalerà un po' di pioggia, le coltivazioni e le aziende potrebbero iniziare a soffrire. Ma questa situazione non è certamente nuova e a cadenza diverse si presenta sempre uguale e per questo nel tempo gli agricoltori hanno trovato delle soluzioni. "Si sono strutturate sempre di più con impianti di idrici performanti capaci di limitare gli sprechi e mantenere di conseguenza le necessità idriche delle diverse coltivazioni - spiega ancora Sampietro. Questo comporta un aumento dei costi? No al contrario, sono diminuiti i costi di produzione, un'ottimizzazione delle risorse idriche comporta infatti meno sprechi e quindi minori costi".

E' di oltre 42mila ettari la porzione di territorio ligure dedicata all'attività agricola, per un lavoro che vede impegnate oltre 10mila persone in tutto il territorio regionale. Ma qui nonostante le forti preoccupazioni lanciate a livello nazionale la situazione sembra molto più tranquilla. "Come Confagricoltura Liguria non abbiamo il sentore di una situazione di siccità capace di influenzare nel breve periodo le numerose aziende e le loro coltivazioni". Questa volta dunque una buona notizia per la Liguria. 

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place