CRONACA

Richiesta danni per i gravi ritardi accumulati dal cantiere

Piazza Verdi, il Comune formalizza nuovo ricorso al Tar

venerdì 16 ottobre 2015
Piazza Verdi, il Comune formalizza nuovo ricorso al Tar

LA SPEZIA - L’amministrazione comunale spezzina ha presentato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale contro la decisione della Soprintendenza Archeologica e alle Belle Arti di imporre al Comune stesso la tutela dei resti del teatro Politeama Duca di Genova rinvenuti durante gli ultimi scavi nella parte centrale di Piazza Verdi, il cui cantiere per gli interventi di riqualificazione è ormai aperto, tra lavori, pause, ritardi ed attese, da ormai oltre 27 mesi.

Nel ricorso, firmato dal sindaco Massimo Federici e formalizzato dai legali, si parla di “illegittima attività amministrativa statale”, in riferimento proprio alla richiesta della Soprintendenza che ha inteso considerare reperti archeologici quanto trovato sotto la piazza. Su questa base il Comune chiede un risarcimento danni per i gravi ritardi nei lavori cagionati dalla prescrizione dell’ente, ed è intenzionato ad andare davanti ad ogni ordine e grado della magistratura.

Difficile a questo punto stabilire quando e come potrà concludersi questa assurda telenovela che, tra l’altro, ha sinora comportato in termini economici già oltre un milione in più di quanto previsto per gli interventi di riqualificazione della piazza, proprio in ragione dei ritardi accumulati e delle possibili modifiche al progetto originale.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place