SALUTE E MEDICINA

Una storia a lieto fine quella di una mamma di Erli

Partorisce d'urgenza al Santa Corona di Pietra Ligure: Savona troppo distante e difficile da raggiungere

martedì 13 luglio 2021
Partorisce d'urgenza al Santa Corona di Pietra Ligure: Savona troppo distante e difficile da raggiungere

PIETRA LIGURE - Nella giornata di oggi una donna di Erli, nell'entroterra ingauno, ha partorito d'urgenza all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. Una situazione eccezionale, dato che il punto nascite di Pietra Ligure è stato chiuso lasciando operativo solo quello dell'ospedale San Paolo di Savona. Intorno alle 12 la donna ha allertato il 118 per il trasferimento. Dalla centrale operativa è stata immediatamente inviata una ambulanza della croce Bianca di Albenga e un'automedica. La donna è stata inizialmente soccorsa dai militi della Croce Bianca e quindi presa in carico dal medico e dall’infermiere della automedica sopraggiunta pochi minuti dopo.

L'automedica si stava dirigendo verso il casello autostradale di Borghetto, ma vista l’imminenza del parto, la pessima condizione delle autostrade spesso bloccate ed in base alla organizzazione aziendale prevista per questi casi, il medico dell’automedica ha deciso per il trasporto della paziente verso il Pronto Soccorso del S.Corona, preallertato dai soccorritori, dove, in una sala predisposta, la paziente era attesa dalla ginecologa, dall'ostetrica e dal pediatra. Una vera e propria corsa contro il tempo. 

Il parto si è risolto in pochi minuti, con soddisfazione della donna che si è congratulata con il personale. Mamma e bambino (un maschietto) stanno bene e sono stati trasferiti a Savona come da prassi.

"L'organizzazione che si è data l'azienda è stata fondamentale, così come la preparazione degli operatori del 118, gestito dal dottor Esposito direttore del Dipartimento di Emergenza-Urgenza, che hanno saputo valutare correttamente la situazione. Nella sala allestita come da protocollo con tutti i presidi medici e gli operatori previsti il bambino è nato in pochi minuti in tutta sicurezza" aggiunge la dottoressa Gisella Airaudi, direttore di Ginecologia e Ostetricia P.O.Ponente.

Alberto Gaiero, direttore di Pediatria e Neonatologia invece sottolinea scherzosamente che questo bambino aveva proprio "fretta di nascere", aggiungendo poi più seriamente: "Il 'parto precipitoso' è un'eventualità seppur rara di cui i protocolli predisposti tengono conto; non per niente in pochi minuti è stata attrezzata la sala con la presenza di due equipe medico infermieristiche, una ostetrica e una pediatrica. Con i protocolli e le procedure anche gli eventi improvvisi si affrontano con professionalità e non devono spaventare, e per questo voglio complimentarmi per la risposta perfetta del mio staff, le infermiere Sgobba Ramoino e Costa, e il medico dottor Corciulo".



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place