SPORT

Il direttore sportivo blucerchiato ammette che l'incertezza sul futuro societario si ripercuote sulla squadra

Osti: "Spero che la vicenda della cessione finisca, troppe chiacchiere non giovano all'ambiente╗

lunedý 12 agosto 2019
Osti:

GENOVA -  Carlo Osti, direttore sportivo della Sampdoria, auspica che l’infinita soap opera della cessione societaria, che peraltro sembra destinata a finire in un nulla di fatto con il ritiro ufficiale e definitivo della cordata Vialli, prenda una direzione una volta per tutte.  


“Spero – ammette ai microfoni della DS il dirigente, il più longevo a Corte Lambruschini essendo arrivato poco prima del Natale 2012, dopo il clamoroso ribaltone che aveva visto Garrone, consigliato dall’allora a.d. Sagramola, passare da Sensibile-Ferrara a Osti-Rossi - ci sia una schiarita in un senso o in un altro, perché troppe chiacchiere non fanno bene all’ambiente e tolgono concentrazione”. Il direttore sportivo doriano segue la stessa linea espressa giorni fa da Di Francesco, che aveva ammesso il disagio e lo spaesamento per l’incertezza sul profilo della conduzione societaria, che a pochi giorni dall’avvio della stagione ufficiale resta un’incognita.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place