CRONACA

Omicidio Pintus, dichiarato "pazzo" l'assassino

giovedý 11 marzo 2010
Omicidio Pintus, dichiarato

GENOVA -

Genova - Due colpi di pistola sono bastati per uccidere lo zio, noto neuropsichiatra, dirigente del distretto socio sanitario del palazzo della Salute a Genova Sampierdarena

A uccidere Pietro Pintus, lo scorso maggio, è stato infatti Pietro Cocco, il nipote, 28enne, guardia giurata di Tempio, in Sardegna, dichiarato infermo di mente

Il 28enne si era preso una settimana di ferie e aveva detto alla famiglia che sarebbe partito per una breve vacanza

In realtà, Cocco era partito dalla Sardegna con la chiara intenzione di assassinare lo zio

All'inizio si pensava che il movente dipendesse da alcuni traumi infantili, oggi, a distanza di 10 mesi, i periti sono certi che non ci sia stato un vero movente a far muovere il grilletto di Cocco

Il ragazzo sarà internato nell’ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo Fiorentino, in Toscana.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place