CRONACA

Allerta arancione fino alle ore 14

Maltempo, Italia sotto la pioggia: un morto a Roma, forti temporali in Liguria

domenica 28 luglio 2019



GENOVA - Prosegue l'allerta arancione per pioggia e temporali su tutta la Liguria fino alle ore 14 di oggi, domenica 28 luglio. I temporali nel corso della notte tra sabato e domenica si sono concentrati soprattutto in mare. Galleria Pizzo ad Arenzano è stata chiusa automaticamente allo scattare dell'allerta arancione da sabato sera alle ore 18. La forte pioggia che ha colpito l'Imperiese intorno alle 23 ha causato l'allagamento di alcuni scantinati di locali del centro, i vigili del fuoco intervenuti hanno risolto il problema grazie all'utilizzo delle elettropompe.

Sempre a Ponente, a San Bartolomeo al Mare, un albero è crollato sull'Aurelia, anche in questo caso l'intervento dei pompieri ha permesso di rimuovere l'arbusto e liberare la strada. Piccoli interventi anche alla Spezia per la forte pioggia che si abbattuta sulla cittadina. Un fulmine nella serata di sabato ha provocato un incendio boschivo in località Mezzema, a Deiva Marina. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Brugnato che dopo un paio di ore hanno provveduto a spegnere le fiamme. Lievi allagamenti registrati nella notte anche nella stazione della Spezia, la situazione dopo l'intervento dei pompieri è tornata alla normalità. Crollo delle temperature minime in tutta la Liguria che hanno registrare ovunque valori tra i 5 e i 10 gradi in meno rispetto ai giorni precedenti. Ieri una tromba marina si è verificata al largo di Genova. Il fenomeno è stato avvistato tra Boccadasse e Sturla (CLICCA QUI).

Le precipitazioni si sono concentrate in particolare a Levante e soprattutto sullo Spezzino con Levanto San Gottardo che ha registrato, in tre ore, una cumulata di 79.2 millimetri (picco di 64.2 millimetri tra le 2.45 e le 3.45, temporale molto forte). Sul settore centrale 26.6 millimetri a Genova Quezzi. Intensa anche l'attività elettrica con i fulmini così come le precipitazioni temporalesche che hanno trovato sfogo principalmente in mare aperto. Da segnalare anche rinforzi locali dei venti con raffiche che hanno sfiorato i 70 km/h nell'interno dell'Imperiese. 

DUE MORTI TRA LAZIO E TOSCANA - Tragedia nella notte nella zona di Focene, nel comune di Fiumicino, a causa di una tromba d'aria. Il vento avrebbe provocato un incidente a una vettura, sbalzata via, che stava percorrendo via Coccia di Morto, provocando la morte di una 27enne che era al suo interno. Aveva tentato di ripararsi nel parcheggio di un distributore di benzina, ma la tromba d'aria ha sollevato la sua auto, una Smart, e l'ha sbalzata a decine di metri di distanza, oltre un canale di bonifica e una recinzione. Uno scenario di distruzione avvolge la zona di Focene, dove la tromba d'aria si è abbattuta per pochi secondi intorno alle 2:30. Danni enormi si registrano al distributore, ma anche ad almeno sei macchine, completamente accartocciate. Un uomo di 75 anni è stato trovato morto vicino al campo sportivo di Olmo, nel comune di Arezzo. La scomparsa dell'anziano è avvenuta durante il nubifragio che si è abbattuto sulla città di Arezzo nella giornata di ieri. Il ritrovamento è avvenuto da parte dei vigili del fuoco. L'auto del 75enne è stata trovata nei pressi del sottopasso delle Ristradelle. I familiari hanno lanciato l'allarme dopo il mancato rientro a casa. 

ATLETA COLPITA DA UN FULMINE - Tragedia sabato in Trentino Alto Adige: un’atleta norvegese di 45 anni, impegnata nella Suedtirol Ultra Skyrace, è stata colpita e uccisa da un fulmine durante la gara di 121 chilometri in montagna con partenza e arrivo a Bolzano. Inutili i soccorsi per la donna. 

CROLLO IN CHIESA ED EVACUAZIONI - Quattro persone sono state evacuate a Pieve a Quarto, in provincia di Arezzo, per lo smottamento di un terreno e altre quattro da via Anconetana, nel capoluogo di provincia, per la caduta di un controsoffitto. In seguito poi al Maltempo che ha colpito Arezzo e provincia, sono più di 600 le persone senza luce, come comunica Enel. In provincia di Firenze ci sono problemi per l'energia elettrica per circa 270 persone. Intervento dei vigili del fuoco, con personale su moto d'acqua, in Versilia, a Lido di Camaiore (Lucca) per soccorrere un surfista in difficoltà per il forte vento e il mare che stava ingrossando. Attimi di paura nel duomo di Verona per il crollo di una porzione del tetto durante la messa mentre sulla città si stava abbattendo un violento temporale. Nessuno dei fedeli è rimasto ferito. C'è stato un cedimento di travi e laterizi nel vano caldaia che ha provocato il crollo del solaio. In altre zone di Verona ci sono stati allagamenti come in Borgo Milano, in via Andrea Doria, trasformata in un fiume.

LE DISPOSIZIONI DI SICUREZZA - Il Comune di Genova ha disposto le misure di sicurezza che riguardano anche i trasporti valide in tutto il territorio Previsto il potenziamento dei controlli con gli uomini della polizia locale impegnati a presidiare le diverse zone più a rischio (LEGGI QUI LE MISURE DI SICUREZZA).

ALLERTA ARANCIONE IN 4 REGIONI - Venti forti o di burrasca nei quadranti occidentali su Sardegna, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Puglia settentrionale, con raffiche di burrasca forte sull'isola e sui crinali appenninici. Fenomieni accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento. L'allerta arancione è in corso in Lombardia, Veneto, Liguria e Lazio.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place