SPORT

Il direttore del Teatro nazionale di Genova: "Il mio cuore Ŕ granata ma tifo anche per Genoa e Sampdoria"

Livermore si racconta a Derby in Terrazza: "Amo il calcio, sono cresciuto leggendo Brera"

di Maurizio Michieli

venerdý 08 maggio 2020



GENOVA - "Il mio cuore è granata e simpatizzavo anche per il Genoa, per via dell'antico gemellaggio tra le due tifoserie. Poi qualcosa si ruppe in una partita in cui i rossoblù, che erano molto più forti di noi, ci mandarono giustamente in B. So che le cose poi si sono sistemate, mi fa piacere. Oggi che vivo a Genova, città meraviglioso, seguo con piacere anche la Sampdoria. Amo il calcio, sono cresciuto leggendo Gianni Brera e credo che questo sport sia una delle componenti culturali del nostro Paese".

Parole in libertà di Davide Livermore, direttore del Teatro nazionale di Genova, ospite di Derby in Terrazza, in onda su Primocanale. Torinese, 54 anni, personalità artistica e manageriale di alto livello, ha fatto della cultura un forte elemento di aggregazione, lavorando per istituzioni italiane ed internazionali. "Se il calcio riparte - ha detto Livermore - è giusto che ripartano anche i teatri, che tra l'altro in Italia staccano mediamente ogni anno molti più biglietti della serie A. Per questa estate stiamo studiando soluzioni all'aperto, ad esempio al Porto Antico. E in autunno ci attrezzeremo con tutti i dispostivi di sicurezza. Genova ama il teatro e vogliamo essere all'altezza".

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place