SPETTACOLI

Premiati Sorrentino, il suo interprete e Michelangelo Frammartino

Leone d’oro (a sorpresa) a ‘L’événement’ della francese Audrey Diwan ma l’Italia fa tripletta

di Dario Vassallo

sabato 11 settembre 2021
Leone d’oro (a sorpresa) a ‘L’événement’ della francese Audrey Diwan ma l’Italia fa tripletta

VENEZIA - Ai Festival è decisamente l’anno delle donne. Anzi, delle donne francesi. A Cannes aveva vinto Julia Ducournau se pure con un film davvero orrido come ‘Titane’. A Venezia, con più merito e decisamente a sorpresa, il Leone d’Oro è andato a Audrey Diwan con ‘L’événement’, un film su cui nessuno puntava – io in testa - che affronta il tema dell’aborto clandestino nella Francia degli anni Sessanta quando chi abortiva e chi faceva abortire rischiava la prigione. Evidentemente il tema ha influito. Un premio che farà discutere, non c’è dubbio.

L’Italia esce a testa altissima: Paolo Sorrentino con ‘E’ stata la mano di Dio’ ha vinto il Leone d’Argento Gran premio della giuria mentre al giovane protagonista del film, Filippo Scotti, è andato il Premio Marcello Mastroianni per il migliore attore emergente. Completa la tripletta tricolore un premio speciale assegnato a ‘Il buco’ di Michelangelo Frammartino.

Questi gli altri premi:

Leone d’argento per la migliore regia: Jane Campion per The Power of the Dog

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: Penelope Cruz per il film Madres Paralelas di Pedro Almodovar

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: John Arcilla per il film On the Job: The Missing Eight di Erik Matta

Premio per la migliore sceneggiatura: Maggie Gyllenhaal per The Lost Daughter



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place