SPORT

Gli atleti azzurri rischiano di gareggiare solo individualmente

Italia alle Olimpiadi senza bandiera e inno, ecco perché il Cio può sanzionarci

di Giovanni Porcella

lunedì 25 gennaio 2021
Italia alle Olimpiadi senza bandiera e inno, ecco perché il Cio può sanzionarci

ROMA - Come la Russia, punita per doping anche l’Italia ai prossimi giochi olimpici estivi di Tokyo, se si faranno per il perdurare del Covid, potrebbe essere sanzionata, per colpa del governo. Un pasticcio clamoroso che rischia di far sfilare gli atleti azzurri senza bandiera tricolore e senza inno.

La loro sarebbe solo una presenza individuale sotto le insegne del comitato olimpico internazionale.

Nella riunione del Cio in programma mercoledì 27 gennaio l’Italia potrebbe essere sospesa per aver violato le regole contenute nella Carta Olimpica, il documento che determina principi e statuti del movimento olimpico.

Tutto nasce dalla contestata riforma dello sport approvata in Italia dal primo governo Conte – sostenuto da Movimento 5 Stelle e Lega – che ha reso parte del Comitato Olimpico Italiano una emanazione del governo, cosa espressamente vietata dal regolamento del CIO.

La vergogna ed che di e’ perso tempo. Dopo quasi due anni di discussioni che non hanno portato a nessun risultato concreto, ora l’Italia ha pochissimo tempo a disposizione per risolvere la questione.

Il Governo potrebbe fare soltanto un intervento urgente per scongiurare la figuraccia planetaria che priverebbe campioni come Tortu o pensando ai liguri della pallanuoto e del sincronizzato di fare presenza senza rappresentare il nostro paese. Questo è il peggiore dei casi che arriverebbe tra due giorni. Lo sport italiano è in subbuglio e gli atleti sarebbero pronti a manifestare.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place