SPORT


Inter-Sampdoria 2-1, Gabbiadini non basta: decidono D'Ambrosio e Nainggolan

domenica 17 febbraio 2019
Inter-Sampdoria 2-1, Gabbiadini non basta: decidono D'Ambrosio e Nainggolan

GENOVA -  La Sampdoria esce sconfitta dalla trasferata a Milano contro l'Inter. Vincono i padroni di casa 2-1. Tutti i gol nella ripresa racchiusi in un pochi minuti: tra il 73' e 78'. Vantaggio neroazzurro con D'Ambrosio, pari immediato del neo entrato Gabbiadini e poi gol vittoria di Nainggolan.

Giampaolo parte con Saponara dietro Quagliarella e Defrel. Al centro della difesa si rivede Tonelli dal primo minuto. Spalletti lascia in tribuna Icardi dopo il caso che lo ha visto coinvolto in settimana. Primi minuti di studio tra le squadre. Il primo tiro vero è di Politano ma la palla termina alta. Sul fronte opposto Quagliarella imbeccato da lontano è lanciato in profondità ma D'Ambrosio lo atterra prima di entrare in area. Giallo per l'interista. La punizione seguente termina sulla barriera. I padroni di casa ci mettono più convinzione ma a parte le conclusioni dalla distanza, tutte fuori misure, non creano pericoli dalle parti di Audero. Ci provano in serie Perisic, Politrano e Naingollan. Piano piano la Samp inizia a crescere d'intensità, il più attivo è Saponara. Al 37' brivido sulla schiena per i tifosi blucerchiati, Perisic conlcude, Audero non trattiene ma il numero uno della Samp riesce a bloccare la sfera prima che varchi la linea. Per la cronaca resta da segnalare un gol a gioco fermo di Skriniar. Azione bloccata dall'arbitro per fuorigioco di D'Ambrosio. Il primo tempo finisce qui.

Inizia la ripresa. Pronti via e Defrel si mangia le mani per aver sprecato la migliore delle occasioni dopo appena trenta secondi. La conclusione del francese lanciato a rete è forte ma centrale, facile per Handanovic respingere. I minuti trascorrono sul cronometro e piano piano l'Inter guadagna campo e tiene il pallino del gioco. La Samp appare in difficoltà. Spalletti allora prova la mossa Joao Mario per Gagliardini. Ma le occasioni da gol a San Siro continuano a latitare. Poi le fiammate. Prima Quagliarella imbeccato bene in area da Murru di testa impensierisce Handanovic, poi dall'altra parte del campo Politano sfiora il palo con un tiro a giro.

Poi il match si accende. Al 73' D'Ambrosio in spaccata sul secondo palo sfrutta al meglio un cross di Perisic. E' 1-0 Inter. Giampaolo chiama subito Gabbiadini e toglie Saponara. Pochi secondi e il nuovo entrato trova il gol del pari con un preciso sinistro che batte sul secondo palo Handanovic. A san Siro è 1-1. Neanche il tempo di festeggiare che i padroni di casa trovano di nuovo il vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo Nainggolan riceve palla e tira dalla distanza, la palla termina la sua corsa in rete, Audero è battuto sul primo palo. A quel punto la Samp crolla dal punto di vista mentale e non riesce più a creare problemi dalle parti di Handanovic. L'Inter controlla agevolmente e porta a casa il risultato. Per Giampaolo resta il rammarico per non aver retto dopo il pari raggiunto da Gagliardini. Per la Samp è il terzo ko consecutivo dopo quelli contro Napoli e Frosinone.

Commenti


I NOSTRI BLOG

zeneize tomorrow
Grif House
Samp Place