CULTURA

Battistoni: "Non ha nulla da invidiare ad un episodio di Game of Thrones"

Grande apertura di stagione al Carlo Felice, tutto pronto per la prima de "Il Trovatore"

giovedì 21 novembre 2019



GENOVA -  Tutto pronto per la prima de “Il Trovatore”, un’opera simbolo per il Carlo Felice che nel 1991 aveva inaugurato la stagione di riapertura del teatro. A dirigere l’orchestra sarà il maestro Andrea Battistoni, ormai di casa a Genova, mentre la nuova produzione porta la firma della regista Marina Bianchi. "Non sfigurerebbe questa vicenda all'interno di una serie tv come quella di "Game of Thrones": tradimenti, inganni, segreti, omicidi. E' un'opera a tinte forti estremamente appassionante", spiega il direttore d'orchestra, Andrea Battistoni.

Come in una tragedia greca, i due rivali in amore, Manrico e il Conte di Luna, non sanno di essere fratelli e il finale tragico è scritto fin dall’inizio. A fare da cornice una scenografia cupa e lugubre, che ruota su sé stessa, senza via d’uscita per i personaggi. "Quest'opera notturna esplode nel fuoco dei sentimenti, è una passione amorosa e di vendetta che divora i personaggi", chiarisce Marina Bianchi. "Il bello è che in ogni personaggio possiamo ritrovare qualcosa di noi". 

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place