CRONACA

L'allarme dai vicini di casa "disturbati" dalla puzza: anziano solo ricoverato in ospedale

Genova, odore nauseabondo da un'abitazione: novantasettenne soccorso nella casa tugurio

di Miv

lunedì 19 aprile 2021
Genova, odore nauseabondo da un'abitazione: novantasettenne soccorso nella casa tugurio

GENOVA - Come quelle tragedie di anziani trovati morti soli in casa dopo giorni, a volte, dopo settimane, dopo mesi.

Fra tutti ricordiamo un inquilino di un alloggio di proprietà di una chiesa della Foce che anni fa venne rinvenuto morto in stato di putrefazione dopo mesi, rinvenuto solo perchè non apriva la porta all'ufficiale giudiziario che voleva sfrattarlo per morosità. Se avesse pagato con l'accredito in banca forse per tutti sarebbe ancora vivo.

Ma la storia che arriva da Oregina, quartiere popolare di Genova, di portuali e di gente che di solito si aiuta, per certi versi è ancora peggio: qui la segnalazione di una puzza nauseabonda da un appartamento non era per un presunto anziano morto e in stato di putrefazione, ma per un novantasettenne vivo ma di fatto morto.

Morto agli occhi di tutti, che non hanno mai segnalato, o comunque non la dovuta attenzione, il degrado e la sporcizia in cui viveva.

Si dirà, succede spesso in questi casi, avrà scelto lui di isolarsi, ha scacciato lui con il suo caratteraccio i familiari e pure assistenti sociali, il medico di base, perchè di solito queste storie di drammatica solitudine nascondono questi retroscena, queste giustificazioni.

Ma rimane una notizia choc e deve fare pensare il fatto che un uomo di quasi cento anni venga soccorso dal 118 e dalla polizia solo perché, come un animale, una bestia, la sua casa, la sua tana, la sua stalla, puzza. Il tutto amplificato dal fatto che tutto questo accada nell'anno della pandemia: quando più o meno tutti siamo costretti a chiuderci in casa, come faceva il quasi centenario.

Una storia triste, quella del novantasettenne che vive solo in un'abitazione tugurio, forse dimenticato da familiari (se ne ha) di certo non intercettato dai servizi sociali della zona, che a questo punto con Asl e Comune dovrebbero chiedersi come è stato possibile dimenticarsi di un ultra fragile (nessuno lo ha cercato per il vaccino a domicilio?) e accorgersi di lui solo perché passando davanti alla porta di casa i coinquilini hanno avvertito un terribile e fastidioso brutto odore.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place