SPORT


Genoa-Napoli 1-2 FINALE

mercoledý 08 luglio 2020
Genoa-Napoli 1-2 FINALE

GENOVA - Mertens e Lozano stendono il Genoa che resta terzultimo . Al Ferraris vince il Napoli 2-1. Inutile la rete di Goldaniga del momentaneo pareggio rossoblù. Una sconfitta amara che arriva al termine di una partita dove il Napoli ha controllato in lungo e in largo il match. I rossoblù di Nicola a parte poche fiammate hanno subito il maggior tasso tecnico dei partenopei. Ora la classifica fa paura. A sette giornate dal termine del campionato il Genoa è terzultimo superato in questo dal Lecce capace di battere in rimonta la Lazio.

GLI SCHIERAMENTI - Il Genoa con il collaudato 3-5-2. Perin tra i pali, Goldaniga, Zapata e Masiello a comporre la difesa; esterni larghi a centrocampo Biraschi e Barreca. Behrami, Schone e Cassata sulla linea mediana. Sanabria e Pinamonti in attacco. Ancora in panchina capitan Criscito pronto a entrare Pandev. Il Napoli deve fare ancora a meno di ospina e così Gattuso si affida a Meret. Hysaj, Maksimovic, Manolas e Mario Rui lungo la linea difensiva. Elmas, Lobotka e Ruiz a comporre il reparto di centrocampo con avanti il tridente piccolo Politano, Mertens e Insigne.

PRIMO TEMPO - E' subito il Napoli con un prolungato possesso palla a prendere il controllo del match. Perin su Politano è bravo a chiudere di piede. Poi il Napoli passa in vantaggio con un gol di Elmas al termine di una insistita azione offensiva. Ma dopo il consulto al Var l'arbitro Mariani annulla la rete partenopea per un tocco di mano di Manolas. Sospiro di sollievo per i rossoblù che provano a tirare fuori la testa ma Meret dorme sogni tranquilli. E' invce ancora Perin a essere chiamato a un super intervento sulla pregevole rovesciata di Elmas. La formazione di gattuso irretisce i rossoblù con un estenuante posseso palla, il Grifone aspetta e si difende. Ci prova anche Mertens ma Perin risponde ancora una volta presente. I ritmi sono bassi anche per via del gran caldo. E' ancora un supr Perin a dire di no a Mertens. Poi la fiammata del Genoa, l'unica del primo tempo. Affondo di Barreca sulla sinistra, cross in mezzo, Cassata al volo e palla che si stampa sul palo. Ma il dominio azzurro del primo tempo trova concretezza al primo minuto di recupero. Mertens riceve palla, si porta la palla sul destro e la piazza bassa sul secondo palo, Perin si tuffa ma non arrova: al 46' Pt Genoa-Napoli 0-1.

SECONDO TEMPO - Nessun cambio per Nicola e Gattuso. Il copione del secondo tempo è identico al primo: il Napoli tiene il pallino del gioco, il Genoa schierato si difende e prova a ripartire. Al 49' il Genoa pareggia. calcio d'angolo di Schone, svetta Goldaniga che schiaccia sul secondo palo si infila in rete. Nulla da fare per Ospina. Genoa-Napoli 1-1. Girandola di cambi con gli ingressi di Lozano e Milik per il Napoli, di Lerager per Bherami. Ed è proprio Lozano a fare la differenza: lancio lungo verticale di Mario Rui, difesa rossoblù addormentata, ne approffitta Lozano che controlla e a tu per tu con Perin lo batte. Al 66' Genoa-Napoli 1-2. Gli ospiti provano a chiudere il match. Nicola vede i suoi in netta difficoltà e decide che è il momento di Pandev e Iago Falque. I rossoblù capiscono che è il momento di accelerare e cercare almeno il pari. Il Napoli si difende e va in difficoltà sotto la pressione di Masiello e compagni. Ma Pandev e gli altri non sono mai pericolosi dalle parti di Meret. L'ultimo brivido è un miracolo di Meret su Pnadev ma il mcedone era in fuorigioco. Dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio finale.

IL TABELLINO:

GENOA 1

NAPOLI 2

GOL: 46' pt Mertens (N), 49' Goldaniga (G), Lozano 66' (N)

AMMONITI: Goldaniga (G)

Genoa: Perin; Goldaniga, Zapata, Masiello; Biraschi (83' Ghigline), Behrami (63' Lerager), Schone, Cassata (70' Iago Falque), Barreca; Sanabria (70' Pandev), Pinamonti (83' Favilli). Allenatore Nicola.

Napoli: Meret; Hysaj, Maksimovic, Manolas, Mario Rui (87' Allan); Elmas (83' Zielinsky), Lobotka, Ruiz; Politano (63' Lozano), Mertens (63' Milik, Insigne 83' Younes). Allenatore Gattuso.

Arbitro Mariani di Aprilia, al Var Calvarese di Teramo.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place