MOTORI

Pole di Hamilton davanti a Bottas, terzo Vettel e quinto Leclerc

F1, in Australia il copione del 2018: Mercedes in pole e Ferrari a inseguire

sabato 16 marzo 2019

La stagione di Formula 1 parte con il tradizionale Gran Premio di Australia. La Ferrari con Vettel e Leclerc punta a spodestare quella che parte ancora una volta col favore del pronostico: la Mercedes. Hamilton e Bottas sono pronti per la sfida.


MELBOURNE - Il mondiale di Formula 1 inizia con le Mercedes di nuovo in prima fila: Lewis Hamilton ha conquistato la pole per per il Gran Premio d'Australia e sarà affiancato dal compagno di scuderia Valtteri Bottas. Terza la Ferrari di Sebastian Vettel, quinta l'altra rossa di Charles Leclerc. In mezzo, al quarto posto, partirà la Red Bull di Max Verstappen.

Sesta posizione per la Haas di Romain Grosjean davanti al compagno di squadra Kevin Magnussen e alla McLaren di Lando Norris. Attardate le due Alfa Romeo racing con l'ex ferrarista Kimi Raikkonen nono e l'l'italiano Antonio Giovinazzi, al suo primo Gp da titolare, 14esimo. Le due Renault sono all'undicesimo posto con Nico Hulkenberg e al dodicesimo con Daniel Ricciardo.

HAMILTON RINGRAZIA LA MERCEDES - "E' stata una giornata bellissima. Dopo i test non avevamo idea che le cose andassero così, anche se chiaramente lo speravamo. Merito anche dei ragazzi in fabbrica. Tutto il lavoro è stato vicino alla perfezione. Valtteri ha fatto un lavoro eccezionale, è arrivato molto vicino", ha aggiunto.

VETTEL NON SEMBRA PREOCCUPATO - "Deluso? Non saprei. Innanzitutto faccio i complimenti alla Mercedes, ad Hamilton e Bottas. Sono state delle qualifiche un po' difficili. Devo fare i complimenti a chi ci è stato davanti ma la gara è domani. Abbiamo una buona macchina, la pista molto particolare, non dovremmo preoccuparci troppo ma chiaramente non è grandioso il risultato di oggi, ci sarebbe piaciuto essere nella posizione della Mercedes", ha spiegato il ferrarista.

LECLERC SOGNAVA LA TOP 3 - "Come risultato non ci aspettavamo niente, volevamo solo vedere come andava. Non sono stato bravo oggi, ho sbagliato nel Q3, non sono stato all'altezza di quanto fatto nel Q1 e nel Q2. E' un peccato, si poteva fare di più. Ho sbagliato io, la top 3 era possibile. Niente è impossibile, spingerò fin dalla partenza, anche se è molto difficile sorpassare", ha concluso il giovane pilota monegasco.

LA GRIGLIA DI PARTENZA - 1 Lewis Hamilton (Ing/Mercedes) 1'20''486, 2 Valtteri Bottas (Fin/Mercedes) 1'20''598 - 3 Sebastian Vettel (Ger/Ferrari) 1'21''190, 4 Max Verstappen (Ola/Red Bull/Honda) 1'21''320 - 5 Charles Leclerc (Mco/Ferrari) 1'21''442, 6 Romain Grosjean (Fra/Haas/Ferrari) 1'21''826 - 7 Kevin Magnussen (Dan/Haas/Ferrari) 1'22''099, 8 Lando Norris (Ing/McLaren/Renault) 1'22''304 - 9 Kimi Raikkonen (Fin/Alfa Romeo/Ferrari) 1'22''314, 10 Sergio Perez (Mes/Racing Point/Mercedes) 1'22''781 - 11 Nico Hulkenberg (Ger/Renault) 1'22''562, 12 Daniel Ricciardo (Aus/Renault) 1'22''570 - 13 Alexander Albon (Tai/Toro Rosso/Honda) 1'22''636, 14 Antonio Giovinazzi (Ita/Alfa Romeo/Ferrari) 1'22''714 - 15 Daniil Kvyat (Rus/Toro Rosso/Honda) 1'22''774, 16 Lance Stroll (Can/Racing Point/Mercedes) 1'23''017 - 17 Pierre Gasly (Fra/Red Bull/Honda) 1'23''020, 18 Carlos Sainz (Spa/McLaren/Renault) 1'23''084 - 19 George Russell (Ing/Williams/Mercedes) 1'24''360, 20 Robert Kubica (Pol/Williams/Mercedes) 1'26''067

Commenti


I NOSTRI BLOG

zeneize tomorrow
Grif House
Samp Place