CRONACA

Bucci studia la "soluzione aperta" per la demolizione

Demolizione Morandi, Bucci temporeggia sul nome. Nella notte apre la rampa di Cornigliano

giovedý 06 dicembre 2018
Demolizione Morandi, Bucci temporeggia sul nome. Nella notte apre la rampa di Cornigliano

GENOVA - La nuova rampa che collega la Guido Rossa con l’uscita del casello di Genova Aeroporto aprirà al traffico questa notte, tra le 3 e le 4. Questo il regalo che l'amministrazione concede al ponente genovese, arrivato in tempo per le feste.

Un'opera infrastrutturale, il cosiddetto "lotto 10", che mira a dare più respiro al traffico incessante tra Sestri Ponente e Cornigliano. I lavori sarebbero dovuti terminare a fine febbraio 2019, secondo le previsioni iniziali. A causa del crollo del Ponte Morandi, però, i tempi sono stati accorciati portando all'apertura della rampa con quasi tre mesi di anticipo.

La rampa aprirà inizialmente a due corsie, una a scendere e una a salire. Ma partiranno subito i lavori per la seconda rampa che andrà ad affiancarsi a quella già presente sopra via Siffredi. A quel punto le corsie per senso di marcia saranno due. Secondo le previsioni, i lavori dovrebbero terminare a metà marzo.

La giornata di domani, non solo per l'apertura della nuova rampa, sarà importante. Come da programma, il sindaco-commissario Marco Bucci, dovrebbe consegnare ai periti della Procura di Genova il progetto di demolizione di ponte Morandi.

Il condizionale è d'obbligo perché, stando a quanto filtra da fonti interne alla struttura commissariale, potrebbe ancora non esserci scritto il nome di un’azienda o di una cordata precisa nel progetto di demolizione di ponte Morandi

Il team sta lavorando senza sosta, da giorni, ma non il cerchio non si è ancora chiuso. Probabile che un quadro completo di chi sarà coinvolto nei cantieri, sia di demolizione sia di ricostruzione, si avrà soltanto alla fine della prossima settimana. La struttura commissariale sta ultimando di vagliare, in queste ore, il ventaglio ristretto di progetti selezionati da un collegio di periti esterno, ma visto che non sarebbe arrivata una proposta complessivamente soddisfacente, alla Procura sarà consegnato sì un piano di demolizione, ma non un nome.

La soluzione “aperta” permetterebbe a Bucci di portare avanti la contrattazione con più gruppi di aziende, nel periodo tra l’8 e il 15 dicembre, giorno in cui il sindaco auspica di aver già firmato il contratto di affidamento dei lavori.

Commenti


I NOSTRI BLOG

zeneize tomorrow
Grif House
Samp Place