CRONACA

Il sindacato: "E' una situazione drammatica"

Crack Qui Group, a casa altri lavoratori. La Cgil attacca: "La proprietÓ se ne lava le mani"

martedý 26 febbraio 2019
Crack Qui Group, a casa altri lavoratori. La Cgil attacca:

GENOVA -  Il crack della Qui! Group continua a produrre gravi conseguenze per quanto riguarda l'occupazione a Genova. L'ultimo caso è quello legato alla società Welfare Company, un'altra delle aziende che gravitano attorno alla Qui Group che faceva capo all'imprenditore genovese Gregorio Fogliani. Marco Carmassi, segretario generale Filcams Cgil Genova che durante 'Genova nel Cuore' ha spiegato: "C'è l'istanza di fallimento anche per questa azienda. In tutto ci sono 57 lavoratori che restano a casa, 57 famiglie ora che non vedranno più arrivare uno stipendio a casa, la situazione è drammatica".

Il crack della Qui Group e delle realtà che ruotano attorno alla sua galassia ha lasciato circa 450 famiglie senza reddito. Si tratta di aziende attive in ambito nazionale nella distribuzione dei buoni pasto. "Non sono partiti nemmeno gli ammortizzatori sociali - prosegue Carmassi. La proprietà è assente, se ne sta lavando le mani di tutta la situazione. Ha praticamente sempre disertato i tavoli con i sindacati. E poi c'è la questione di Moody, sempre di Fogliani, anche qui 50 posti di lavoro a rischio. E' veramente una situazione drammatica" conclude il segretario della Filcams Cgil .

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place